«In Egitto mio figlio non frequenta la scuola». Maria Assunta spera nella Farnesina

09/10/2019 di Francesco Buja

Come un “giallo” la permanenza in Egitto del figlio di Maria Assunta Ingrosso, la donna di Lizzanello che la settimana scorsa ci ha raccontato dell’improvvisa decisione dell’ex convivente di non far tornare in Italia il loro bambino. L’arrivo a Roma di padre e figlio era previsto per il 14 settembre. Il piccolo sarebbe stato affidato di nuovo alla madre, con la quale ha vissuto anche dopo la separazione dei genitori, e con lei sarebbe tornato in Salento. Ma non ha più varcato i confini egiziani. Preoccupazione della madre è, tra le altre, che il fanciullo stia frequentando le lezioni scolastiche. E questo è il “giallo”. Ahmed, il padre del pargolo, ha assicurato:«Frequenta regolarmente la scuola qui». La madre non ne è sicura: «Non ho notizia che mio figlio stia andando a scuola, non vedo i suoi compiti, non so nulla». E anche l’incertezza circa il domicilio preoccupa Maria Assunta. Domenica scorsa Ahmed ha comunicato a Daily Muslim di trovarsi al Cairo, ma l’altro ieri ha informato i suoi legali di essere a Sharm el Sheik. «Prima dell’articolo in cui parlano i suoi avvocati – riferisce la donna -, lui non mi dava certezza di dove fosse mio figlio, che sentivo solo se lui mi faceva chiamare. E permetteva solo l’audio». Maria Assunta Ingrosso ribadisce di non poter recarsi nel Paese delle piramidi, per riprendere suo figlio: «Lui mi ha minacciato che se andassi in Egitto mi farebbe arrestare. Ci sono persone e registrazioni che dimostrano queste minacce».

E pone, la donna, una precisazione circa il profilo Facebook creato per il loro bambino dal suo ex compagno, voluto, secondo i legali dello stesso Ahmed, perché mamma e piccolo comunicassero senza l’intromissione del padre:«Ha sostituito quello precedentemente realizzato da me. E io, pur essendo la madre, sono stata l’ultima persona a cui il padre ha accettato la richiesta d’amicizia su Facebook, visto che mi aveva bloccato su tutti i profili». Un fatto che non stride con la tesi sostenuta da Maria Assunta di un allontanamento del figlio da lei per opera dell’ex compagno, da cui è separata dal maggio 2018.

Intanto si attendono le iniziative delle istituzioni, sollecitate da alcuni politici salentini a far tornare il figlio di Maria Assunta Ingrosso in Italia, fra cui il consigliere della Regione Puglia, Tony Trevisi, il quale ha investito della questione l’Unità di crisi della Farnesina.

(in foto: il documento relativo al volo aereo Al Cairo-Roma del 14 settembre scorso)

COMMENTI