Il Mezzogiorno si sta spopolando: persi quasi 310mila abitanti

06/12/2019 di Redazione

Il declino demografico italiano sotto la lente del Censis. Dal 2015 il Mezzogiorno ha perso quasi 310mila abitanti (-1,5 per cento), contro un calo della popolazione dello 0,6 nell’Italia centrale, dello 0,3 nel Nord-Ovest, dello 0,1 nel Nord-Est e dello 0,7 per cento a livello nazionale.

Su 107 province, soltanto ventuno non hanno perso popolazione: sei sono in Lombardia, nove nel Nord-Est. In quattro anni Bologna ha guadagnato diecimila residenti, l’area milanese (3,2 milioni di abitanti) ha aumentato la sua popolazione dell’equivalente di una città come Siena (53mila abitanti in più), cui si aggiungono i quasi diecimila residenti in più della contigua provincia di Monza. Nell’area romana invece è crollato l’arrivo di stranieri (ventimila in meno tra il 2012 e il 2018). Dati del Rapporto Censis 2019 sulla società italiana.

COMMENTI