Studi universitari in Italia, aperte le pre-iscrizioni dall’estero

29/03/2019 di Redazione

Si sono aperte il 7 marzo scorso le pre-iscrizioni dall’estero alle università, alle accademie e ai conservatori italiani per l’anno accademico 2019/2010. Si tratta di una procedura riservata ai cittadini extra-comunitari che vivono ancora nei Paesi d’origine. Quelli che già sono regolarmente in Italia possono, invece, iscriversi a parità di condizioni con i cittadini italiani e comunitari.

Attraverso il sito internet del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (Miur) è possibile scoprire il contingente di posti riservato agli studenti stranieri che arriveranno dall’estero in ogni corso degli atenei e delle istituzioni di Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica (Afam). Una volta scelta la propria destinazione, le aspiranti matricole avranno tempo fino al 24 luglio per presentare le domande di pre-iscrizione presso i Consolati d’Italia nei loro Paesi.

I Consolati, aloro volta, gireranno le domande a università e istituzioni Afam che ad agosto pubblicheranno l’elenco degli ammessi, quindi rilasceranno i visti d’ingresso, che consentiranno agli ammessi di venire in Italia a sostenere il test di Italiano (obbligatorio quasi per tutti) e i test di ammissione delle facoltà a numero chiuso. Solo chi supererà il test potrà completare l’iscrizione, iniziare a frequentare le lezioni e restare Italia con un permesso di soggiorno per motivi di studio.

Sul sito del Miur è spiegata nel dettaglio tutta la procedura e sono disponibili i moduli per le domande e il calendario degli adempimenti.

COMMENTI