Croce Rossa, nei Paesi musulmani si chiama Mezzaluna Rossa

20/11/2018 di Redazione

La creazione della Croce Rossa risale al 1863, ed è dovuta allo svizzero Jean Henri Dunant. Tale organizzazione nacque dall’esigenza di un’organizzazione migliore nel prestare soccorso ai soldati feriti durante le battaglie, molto frequenti all’epoca, e dalla totale confusione che si creava nel tentativo di curare sul terreno del conflitto il milite colpito.

Il momento decisivo fu durante la Seconda Guerra d’Indipendenza italiana, in cui le truppe franco-piemontesi affrontavano gli austriaci nella battaglia di Solferino e San Martino. Fu una carneficina, che avrebbe potuto avere un numero inferiore di vittime se i soccorsi fossero stati più efficienti.

Il movimento, in origine, aveva una croce rossa su sfondo bianco, praticamente i colori invertiti della Confederazione Elvetica, per richiamare la neutralità di quella nazione e quindio dellastessa Croce Rossa, ma senza voler dare alcun nesso religioso a quel simbolo.

L’Impero Ottomano nel 1876 informò che non avrebbe usato il simbolo depositario, ma avrebbe scelto una mezzaluna rossa, mentre solo nel 1929 venne riconosciuto giuridicamente il simbolo della Mezzaluna Rossa e venne così utilizzato in molti Paesi islamici. Successivamente, anche l’Iran ottenne di avere un proprio simbolo, un Leone e Sole Rosso (simboli della Persia) che non userà più dal 1980, essendo simboli del deposto Scià.

Per le altre richieste di fedi differenti il movimento ha approvato nel 2005 un terzo simbolo, il Cristallo Rosso, dove all’interno potranno essere inseriti i simboli locali e religiosi o nessun simbolo.

Nel 1919 venne fondata la Lega delle Società della Croce Rossa, successivamente rinominata nel 1991 come Federazione internazionale delle società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, un’associazione che riunisce tutti i movimenti aderenti.

Care Lettrici, cari Lettori,

Daily Muslim è la voce libera dei Musulmani in Italia e nel mondo.

Potete sostenerci con una piccola donazione cliccando qui.

Grazie!

COMMENTI