Roma, al via il progetto “Le parole dell’arte”

26/05/2020 di Roberto Yusuf Mancini

“Le parole dell’arte” è un nuovo progetto didattico di intercultura, elaborato nell’ambito della collaborazione fra l’Istituzione Biblioteche Centri culturali di Roma e la Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, destinato ai migranti iscritti ai corsi di italiano nelle biblioteche.

Un progetto di accessibilità museale come superamento delle barriere architettoniche, sensoriali e culturali.

Il progetto, attualmente in corso, è stato riformulato in relazione all’emergenza sanitaria con modalità a distanza. In particolare, continua la collaborazione tra la Biblioteca Marconi e il Museo Napoleonico con il coinvolgimento anche delle altre biblioteche dove continuano a svolgersi i corsi.

Il Museo Napoleonico si presta particolarmente ad un apprendimento di parole che possono rivelarsi utili per i corsisti anche nella quotidianità. Come casa-museo, infatti, il Museo Napoleonico conserva insieme a numerose opere di pittura e scultura una serie di oggetti appartenuti ai membri della famiglia Bonaparte con una funzione ancora oggi immediatamente comprensibile. Così alle parole dell’arte (scultura, disegno, incisione…) si aggiungono nomi di cose come coperta, pantofole o braccialetto in riferimento alle tante storie di oggetti conservati nel Museo.

Attraverso il gioco e altri strumenti didattici l’obiettivo è quello di arrivare a uno scambio culturale vero e proprio basato sull’interlocuzione “Come si dice?” nelle diverse lingue di appartenenza.

Care Lettrici, cari Lettori,

Daily Muslim è la voce libera dei Musulmani in Italia e nel mondo.

Potete sostenerci con una piccola donazione cliccando qui.

Grazie!

COMMENTI