Pisa, concluso il Summer Camp 2019 – Palestina

22/08/2019 di Redazione

“Grazie a tutti i volontari del Comitato di Pisa e al presidente Antonio Cerrai – ha dichiarato Francesco Rocca, Presidente della Croce Rossa Italiana – per la riuscita e l’impeccabile organizzazione del quarto ‘Summer Camp 2019 – Palestina’ uno spazio di ‘normalità’ per 24 tra bambini e ragazzi provenienti da aree delicate come quelle della striscia di Gaza e West Bank. Il presidente della Consorella Palestinese, Dr. Younis Al Khatib, ha voluto inviare alla CRI una lettera di ringraziamenti per l’ottima accoglienza. Attraverso il gioco e lo svago si sono rafforzate le capacità di resilienza dei giovani, alcuni dei quali con bisogni speciali e con un passato davvero difficile alle spalle”.

L’iniziativa, voluta dalla Croce Rossa Italiana in collaborazione con il Comitato CRI di Pisa – settore Cooperazione Internazionale – e con la Palestine Red Crescent Society, è stata una grandissima occasione di incontro e scambio: svolte tutte le attività previste dal programma, sia quelle di svago e ricreative, sia quelle dedicate alla cultura e all’informazione. Il mare e la spiaggia del Centro Operativo e Balneare CRI Pisa hanno fatto da sfondo a molti momenti ed eventi: alcuni ragazzi non avevano mai avuto l’opportunità di vedere il mare e nuotare in acqua, esperienza resa possibile e divertente grazie anche al supporto del gruppo OPSA locale. Dalle visite culturali a Lucca, Firenze, Pisa e dintorni, alle serate di intrattenimento musicale per i giovani ospiti, il Summer Camp si è concluso con la serata di saluti alla presenza di molti volontari CRI, del presidente Cerrai e dell’Imam di Pisa Mohammed Kalil, Presidente dell’”Associazione islamica pisana”.

“Una bellissima opportunità di condivisione – ha concluso Francesco Rocca – e dialogo interculturale. La crisi umanitaria in quei territori è terribile: la possibilità di accogliere giovani palestinesi e vivere con loro esperienze indimenticabili è la traduzione tangibile e concreta dei nostri Sette Principi”.

Fonte: testo e foto Cri

COMMENTI