Foggia, inaugurata la Foresteria per braccianti e stranieri”Casa Sankara”

11/08/2019 di Lela Esposito

​La struttura realizzata dalla Regione Puglia prevede 400 posti letto con servizio mensa, moduli abitativi climatizzati con servizi igienico-sanitari.  Il modello di accoglienza si inserisce nell’attuazione del partenariato istituzionale con i Ministeri dell’Interno e del Lavoro. Presenti alla cerimonia sono i rappresentanti istituzionali, delle Forze dell’ordine, sindacati e associazioni datoriali, i rappresentanti della DG immigrazione del Ministero del Lavoro e del Dipartimento delle Libertà civili del Ministero dell’Interno.

Il presidente Emiliano ha anche scoperto una stele in memoria di Stefano Fumarulo, dirigente della Regione Puglia che aveva ideato e aperto la strada a queste politiche di accoglienza.

Ci sono 400 posti letto all’interno di moduli abitativi climatizzati, con servizi igienico-sanitari. È prevista l’attivazione dei servizi di infermeria, cucina e mensa, orientamento socio-legale, sportelli mobili di avviamento e sicurezza sul lavoro  attraverso i progetti in fase di avvio FAMI Emergenziale e Pon Inclusione.

Per il servizio di trasporto dei lavoratori stagionali, la Regione, tramite la sezione Sicurezza del cittadino, Politiche per le migrazioni ed Antimafia sociale, ha pubblicato un bando di trentamila euro per la provincia di Foggia per la selezione delle associazioni di volontariato e di promozione sociale cui affidare il servizio di noleggio senza conducente di veicoli destinati al trasporto di persone, aventi al massimo otto posti a sedere oltre al sedile del conducente. Ci saranno quindi minibus per il trasporto dei lavoratori da e per i luoghi di lavoro, in modo da evitare l’intermediazione illegale da parte dei caporali. In più sono stati destinati ventimila euro per l’acquisto di biciclette da fornire ai lavoratori immigrati stagionali.

L’intervento della Foresteria “Fortore” rientra nelle più generali politiche della Regione in materia di immigrazione e di contrasto al caporalato, in collaborazione con i Ministeri dell’Interno e del Lavoro e con le Prefetture e i Comuni e con il prefetto Jolanda Rolli, primo commissario di Governo per l’emergenza dell’area della Capitanata.

COMMENTI