Ecco come hanno viaggiato i musulmani nel 2018

23/10/2019 di Roberto Yusuf Mancini

Le donne musulmane, per la maggior parte dei casi, decidono o influenzano la destinazione delle vacanze. È quello che emerso da uno studio condotto su 3.300 donne nell’arco di quattro mesi, condotto dalla società di consulenza halal CrescentRating, in collaborazione con Mastercard. Dallo studio si è evinto che nel 2018 ci sono stati 63 milioni di donne musulmane in viaggio, che rappresentano il 45 per cento degli arrivi di visitatori musulmani, per una spesa che si aggira intorno agli 80 miliardi di dollari.

Emersi anche l’accesso alle strutture religiose quale priorità assoluta,  il fatto che il 71 per cento degli intervistati abbia solitamente viaggiato con la famiglia e che invece il 29 per cento lo abbia fatto da solo, principalmente per vacanza, in minor misura per l’Hajj e l’Umrah e per motivi d’ affari.

Questo studio di settore fa inoltre comprendere quanto il turismo Muslim Friendly sia in costante crescita e che le viaggiatrici siano giovani ed istruite, dotate di una disponibilità economica non indifferente.

 

 

COMMENTI