Dopo il lancio della filiera del Turismo Islamico in Italia, la Puglia risponde subito col Gruppo Caroli

10/01/2019 di Redazione

Dopo il lancio della filiera del Turismo Islamico in Italia, che andrebbe ad intercettare una fascia di turismo che cresce del 5% annuo contro il 3.8% del turismo internazionale e che nel 2013 valeva nel mondo 126 miliardi di dollari (il 12,3 del totale della spesa del turismo nel mondo).

Si tratta di turisti che hanno una grande possibilità di spesa. Basti pensare, che il turista saudita, ad esempio, è quello che nel mondo spende di più in assoluto: dai 10 ai 100mila euro l’anno, in viaggi e vacanze.

In Puglia si sono registrati molti riscontri, ma tra i primi ad aderire all’iniziativa sono stati gli Hotel del Gruppo Caroli. Il gruppo ha ottenuto la certificazione MuslimFriendly&MuslimHospitality sia per gli alberghi, che per i ristoranti. La filiera, che è di proprietà di Omar Business Development tramite organi di certificazione, sta programmando varie manifestazioni in tutta Italia.

Attilio Caputo, imprenditore turistico e proprietario del Gruppo Caroli Hotels, ha dichiarato: “Abbiamo avviato il percorso di 4 strutture: ‘Hotel Terminal’, ‘Ecoresort Le Sirenè’, ‘Bellavista Club’ ed il ‘Joli Park Hotel’. Stiamo seguendo e rispettando il manuale rilasciato, abbiamo iniziato la promozione all’interno delle fiere ed informato i tour operator stranieri. I risultati sono arrivati, grazie ai primi clienti; inoltre abbiamo formato i collaboratori per rispondere ad ogni esigenza del cliente. Infine, stiamo provvedendo a fare un’adeguata informazione e diffusione di questa buona iniziativa”.

COMMENTI