Home Attualità TheShukran, il social network creato dalla comunità musulmana
TheShukran, il social network creato dalla comunità musulmana

TheShukran, il social network creato dalla comunità musulmana

0

Abbiamo Intervistato Fatna El Hamrit, responsabile relazioni di TheShukran, una delle App più scaricate del momento. Infatti l’applicazione risulta una delle più apprezzate dal mondo musulmano, con le sue tantissime funzioni basate sul grazie (shukran).

1) Ci parli di Fatna El Hamrit, la sua storia e cosa fa attualmente.

Sono una seconda generazione marocchina e risiedo in Italia dalla nascita. Vivo felicemente il mio doppio legame con l’Italia e il Marocco, le mie due patrie. Ritengo questa mia condizione un punto di forza, mi sento più ricca: dalle mie due identità prendo il meglio, mi sento fortunata. Adesso sono la responsabile relazioni di theShukran, un’esperienza che riempie la mia vita e mi rende felice.

2) Lei ha fondato theShukran. Spieghi ai nostri lettori cos’è.

Si, sono co-founder di theShukran, il social network creato dalla comunità musulmana. Non siamo Facebook né Instagram. Siamo una sana alternativa al degrado dei social. TheShukran vuole essere la più grande enciclopedia del mondo musulmano: dal food all’arte, dalla moda ai viaggi, tutto ciò che riguarda l’identità dei musulmani viene raccontato in prima persona dagli utenti con il solo scopo di trasmettere contenuti e costruire relazioni solide tra le persone. Non siamo un social religioso, ne esistono già. Noi siamo aperti a tutti e infatti sono tanti i non musulmani che amano theShukran.

3) Quali sono le sue funzioni?

Si possono postare foto e video, conoscere per ogni paese i profili più interessanti, creare Shukran Message, esplorare il mondo…insomma su theShukran si può viaggiare senza fermarsi mai.

4) Chi è l’utente target?

Tutti. Giovani e meno giovani. Abbiamo tra gli utenti i migliori fotografi musulmani, brand di moda, di food, di cosmetica …e poi tanti chef, persone curiose…

5) Come è nata l’idea di theShukran?

Parlando tra noi, ci siamo detti: cosa possiamo fare per invertire questa tendenza all’odio, all’islamofobia, alla demonizzazione dei musulmani? E la risposta è stata: ci vuole uno strumento capace di raccontare in prima persona l’identità dei musulmani, i loro volti, la loro vita. Allora abbiamo deciso di creare una grande comunità all’insegna del grazie (shukran), dove ciò che conta è ringraziare il prossimo e non ricevere un like.

6) Tra poco theShukran compie i primi 5 anni di vita, gli obbiettivi prefissati sono stati raggiunti? E cosa theShukran ci riserva per il futuro?

Siamo tra le app più scaricate in India, Marocco, Pakistan, Egitto…abbiamo ancora tanta strada da fare, ma siamo felici del percorso fatto e decisi a farne ancora tanto. Diventeremo la più grande comunità di musulmani nel mondo dove sarà possibile non solo incontrare le persone, ma anche realizzare i propri progetti.

7) Un saluto ai nostri lettori.

Mi piacerebbe salutarli con il nostro slogan “Not like, Just Shukran”. Meglio un grazie che un like. Ringraziare è il gesto migliore nella nostra quotidianità. Venite a trovarci su theShukran e fate conoscere al mondo la bellezza dell’identità musulmana. Abbiamo tanto da dare al mondo…e soprattutto ricordatevi di ringraziare.
Vi aspettiamo!

Lascia un commento

ULTIMI ARTICOLI



Moda Islamica Italiana, a settembre la prima “Boutique” Halal di alto livello creata da un’italiana musulmana

Non sarà un semplice negozio di abbigliamento islamico, ma una vera e propria Boutique Halal di altissimo livello, che non ha pari in Italia, infatti gli standard qualitativi, non verranno applicati solo ai servizi e prodotti offerti, ma anche all’arredamento interno. I locali saranno arredati in stile Shabby Chic, offrendo al visitatore un’esperienza sensoriale, tramite […]

USA, Fundraising dei musulmani americani per i migranti detenuti

Un’iniziativa senza scopo di lucro da parte di americani-musulmani ha raccolto oltre 125.000 dollari per salvare i migranti detenuti nei centri di detenzione per immigrazione. La campagna “Muslims for Migrants”, lanciata il 7 agosto da CelebrateMercy, ha già superato l’obiettivo originale di raccogliere 10.000 dollari. L’iniziativa è stato sostenuta da due importanti imam americani, Omar […]

Zain Group è il sistema EyePay in Iraq per UNCHR

Zain Group, il principale servizio di telecomunicazioni mobili in otto paesi nel Medio Oriente e in Africa, annuncia il rivoluzionario sistema “Zain Cash”, un sistema “EyePay”, di pagamento elettronico basato sul riconoscimento del’iride. Questo servizio è stato sviluppato insieme alla IrisGard, una società di commercio elettronico con sede nel Regno Unito, fornitrice leader di tecnologia […]

Otto ragazze emiratine, tentano la scalata del Kilimangiaro

Otto giovani ragazze emiratine, tutte di età inferiore ai 18 anni, stanno compiendo in Africa, un grande evento sportivo, che servirà a sensibilizzare e incoraggiare le ragazze del proprio paese, a seguire e attuare i propri sogni: “la scalata del monte più alto del continente, il Kilimangiaro”. Le ragazze avranno 8 giorni di tempo per […]

Egitto, Gran Museo Egizio simbolo di collaborazione con il Giappone

Il Gran Museo Egizio (GEM), che aprirà nel 2022, è già un faro per la futura prosperità egizia. Costruito per mostrare la civiltà e il patrimonio egiziano, il museo ospiterà migliaia di monumenti e manufatti tra cui le mummie, oltre a ospitare un centro di restauro molto importante che contribuirà a preservare il patrimonio faraonico […]

L’Imam del Centro Islamico di Milano e Lombardia, rimprovera Salvini per l’uso dei simboli religiosi

A darne notizia è l’Adnkronos, dove afferma, che l’Imam del Centro Islamico di Milano e Lombardia Ali Abu Shwaima, abbia rimproverato tramite l’agenzia di stampa, il Ministro degli Interni Matteo Salvini, per i frequenti richiami ai simboli religiosi:”deve rappresentare tutto il popolo italiano e non solo una parte“, “Salvini non può presentarsi come fedele in Senato” e “deve […]

​Firenze, al via i corsi di lingua italiana per stranieri

​Sono aperte le pre-iscrizioni ai nuovi corsi di lingua italiana per adulti che si terranno da ottobre 2019 alla Biblioteca Pietro Thouar e alla BiblioteCaNova Isolotto. I corsi sono gratuiti.

Francia, tre giorni di dialogo tra cristiani e musulmani

E’ strutturato su 3 giorni, e finir domenica 25, l’evento di dialogo tra cristiani e musulmani per i ragazzi dai 18 ai 35 anni, incentrato sul Documento sulla fratellanza umana per la pace mondiale e la convivenza comune, firmato da Papa Francesco e dal Gran Imam Ahmad Al-Tayyib di Al-Azhar ad Abu Dhabi. Il Documento sarà presentato […]