Home Stefano Valente Vademecum: come aprire un’impresa in Italia
Vademecum: come aprire un’impresa in Italia

Vademecum: come aprire un’impresa in Italia

0

Avviare un’attività in Italia, sia come ditta individuale, che come società, implica una serie di adempimenti amministrativi a cui bisogna attenersi, al fine di evitare di incorrere in eventuali sanzioni.

Quali sono, quindi, i passaggi da seguire pedissequamente, prima di poter essere realmente operativi? Il primo step è, sicuramente, quello di aprire una partita IVA, ovvero richiedere, all’Agenzia delle Entrate, un codice numerico ad 11 cifre, che identifica l’impresa.

In questa sede, bisognerà, inoltre, indicare il codice ATECO, ovvero quello relativo all’attività che si intende avviare, nonché il regime contabile da adottare. Successivamente, bisognerà procedere alla registrazione dell’impresa presso la competente Camera di Commercio, nonché all’iscrizione della stessa impresa presso la locale sede dell’Inps e dell’Inail. Per particolari attività, sarà, inoltre, necessario richiedere, agli Enti preposti (Comune, Azienda Sanitaria, etc.), le necessarie licenze, autorizzazioni per poter operare.

Grazie ad alcune semplificazioni previste dalla legge, è, oggi, possibile adempiere a siffatti adempimenti tramite una singola comunicazione al Registro delle Imprese. Tale comunicazione viene effettuata esclusivamente in via telematica e contiene, in pratica, tutte le informazioni fiscali, previdenziali ed assicurative, che devono essere inviate ai diversi Enti.

La “Comunicazione Unica” (questo è il suo nome) propone, in buona sostanza, un unico processo amministrativo, da presentare per via telematica al solo “Registro delle Imprese“, presso la Camera di Commercio di riferimento. Un ulteriore passaggio obbligatorio (e preliminare agli altri) si rende necessario in caso di attività svolta da società, ovvero la costituzione della stessa davanti ad un notaio, che si occuperà della redazione dell’Atto costitutivo e dello statuto (non previsto in caso di Srl semplificata).

Queste, in breve, sono le principali indicazioni per avviare un’impresa in Italia, un Paese in cui la troppa (e spesso lenta) burocrazia costituisce, purtroppo, un grosso limite allo sviluppo.

Lascia un commento

ULTIMI ARTICOLI



Dal 5 aprile operativo l’Istanbul Airport, uno dei più grandi al mondo

Viene chiamato il “grande trasferimento” e sarà un cambiamento epocale, infatti la compagnia aerea Turkish Airlines ha comunicato che tutti i voli diretti all’aeroporto Atatürk saranno smistati a nuovo scalo Istanbul Airport nella giornata di venerdì 5 aprile dalle ore 3:00 alle 23:59 di sabato 6. Una volta aperto il nuovo scalo, l’aeroporto Atatürk verrà chiuso ai voli […]

Milano: premiazione progetto Welcome. Working for refugee integration

Si terrà domani a Milano, giovedì 21 marzo, a partire dalle 15:30,  l’evento di premiazione del Progetto “Welcome. Working for refugee integration” presso Assolombarda. Welcome è il riconoscimento che l’Agenza ONU per i Rifugiati (UNHCR) assegna annualmente alle aziende che si sono distinte nel favorire l’inserimento professionale dei rifugiati e nel sostenere il loro processo […]

Torino: convegno sulle seconde generazioni

“Seconde generazioni all’appello” è il tema di un convegno in programma questa mattina a Torino, presso il Collegio Carlo Alberto in Piazza Arbarello, 8. L’evento è stato organizzato dalla Regione Piemonte, Ires Piemonte,  AICCRE Piemonte e FIERI.  Nel dibattito pubblico ancora poco spazio è dedicato a quella ampia quota di giovani con background migratorio, spesso nati […]

Messina: Cristianesimo e Islam per una Città Plurale

Come riporta il sito della Caritas di Messina, continuano i cicli di incontri di dialogo tra la Comunità Islamica di Messina e l’Arcidiocesi di Messina-Lipari-Santa Lucia del Mela, che rappresentata da Consulta delle Aggregazioni laicali, Caritas Diocesana, Ufficio Migrantes e Ufficio per il Dialogo interreligioso. Si terrà domani, 21 marzo, alle ore 18:00 un incontro […]

Ciclone in Mozambico, dall’Italia parte un volo umanitario

È emergenza per il passaggio del ciclone Idai in Mozambico. La Vice Ministra degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Emanuela Del Re ha disposto un volo umanitario della Cooperazione Italiana con partenza dalla base ONU UNHRD di Brindisi. Ad annunciarlo sono state l’Ambasciata Italiana a Maputo e la Agenzia Italiana per la Cooperazione allo […]

Piacenza, dal Prefetto solidarietà alla comunità islamica per le stragi

Dopo la veglia per le vittime degli attacchi alle moschee in Nuova Zelanda organizzata per domenica scorsa, a Piacenza il Prefetto Maurizio Falco ha espresso la volontà di visitare tutte le comunità islamiche di quel territorio in segno di vicinanza e partecipazione al dolore seguito ai gravi fattio di Christhchurch. Una dimostrazione di solidarietà che […]

Corpi civili di pace in Italia e all’estero, parte il bando per 130 ragazzi

È stato pubblicato il bando per selezionare 130 volontari in 25 progetti dei Corpi Civili di Pace da realizzarsi in Italia (18 volontari) e all’estero (112 volontari). Il bando scadrà il prossimo 8 aprile 2019.  Cliccare il seguente link per accedere al bando.