Centro di certificazione Halal Vietnam-Malesia istituito a Can Tho

14/08/2019 di Redazione

Il primo centro di certificazione Halal nella provincia del Delta del Mekong è stato istituito nella città di Can Tho.

Un accordo in tal senso è stato firmato dall’Organizzazione NHO-QSCert di NHONHO Technology Co., Ltd. e dalla soluzione di gestione RSD della Malesia a Can Tho il 6 agosto.
Parlando alla cerimonia della firma, Hoang Ba Nghi, direttore generale della NHONHO Technology Co., Ltd., ha affermato che molti paesi del Medio Oriente hanno una grande richiesta di prodotti vietnamiti, in particolare verdure e frutti di mare.

Le statistiche mostrano che le entrate delle esportazioni del Vietnam nella regione sono aumentate da 12 miliardi di dollari nel 2016 a 14 miliardi di dollari l’anno scorso, il che ha rispecchiato il grande potenziale del mercato, ha aggiunto.

Uno dei maggiori ostacoli per gli esportatori vietnamiti era la certificazione Halal, ma con questo accordo il problema verrà risolto, in quanto il centro di certificazione Halal Vietnam-Malesia fornirà i certificati Halal alle imprese che vogliono esportare i propri prodotti nei paesi islamici.

Né Helmy Mustapha, esperta di RSD Management Solution, ha affermato che l’organizzazione malese intende aiutare Can Tho a diventare una popolare destinazione turistica per i musulmani.

RSD intensificherà il trasferimento tecnologico halal della Malesia a Can Tho per agevolare le attività del centro.

Pham Truong Yen, vicedirettore del dipartimento dell’agricoltura e dello sviluppo rurale della città di Can Tho, ha affermato che il centro creerà condizioni favorevoli per le merci di Can Tho e del Delta del Mekong per accedere al mercato mediorientale di oltre 1,8 miliardi di persone, contribuendo a migliorare valore agricolo e reddito degli agricoltori locali, nonché a completare l’obiettivo di sviluppo agricolo sostenibile.

A termine della cerimonia della firma dell’accordo, il centro ha rilasciato il certificato Halal a tre aziende nella provincia di Can Tho e Dong Nai.

COMMENTI