Valori permanenti fondamentali

20/08/2019 di Mufti Muhammad Umer

Cari lettori, discuteremo, oggi, alcuni dei valori permanenti più fondamentali in questo articolo. L’uscita sarà periodica. Esamineremo ora i primi sei valori permanenti, secondo il Corano.

1-Rispetto per l’umanità in generale.

Il fatto stesso che ogni bambino alla sua nascita sia ugualmente dotato di autonomia e personalità, dà diritto a ogni individuo come entità umana di pari stima e rispetto; e quindi nessuna distinzione dovrebbe essere consentita all’incidenza di nascita, famiglia, tribù, razza o comunità, nazionalità, religione o sesso, poiché, dice il Corano:
In verità, abbiamo onorato tutti i figli di Adamo (ugualmente) (sura 17 aya 70).

2- Il criterio di una posizione elevata nella società.

Il valore intrinseco di ogni singolo essere umano è uniformemente uguale, ma il criterio per determinare la posizione e lo stato relativi di ogni individuo riposa nei suoi meriti e nel suo carattere personale. Il Corano dice che: ..e per tutti ci sono gradi secondo ciò che fanno. (46:19), e il principio sottostante è questo: il più nobile di voi agli occhi di Allah è il migliore in condotta. (49:13).

3-Unità nell’umanità.

Tutti gli esseri umani, secondo il Corano, sono membri di una fratellanza e rami dello stesso albero:
L’umanità è una comunità. (2: 213)
Distinzione razziale o divisione dell’umanità in diversi compartimenti di comunità e nazioni, disegnando
linee sul globo, sono antagoniste all’idea stessa dell’umanità come singola entità, ed è contro gli intenti e gli scopi della natura. C’è solo un criterio per una divisione e nessun altro che le persone che credono nei valori permanenti sono membri di una comunità e coloro che non si prendono cura di loro e conducono la propria vita contro di loro, vanno in altre divisioni di una comunità diversa, come si dice nel Corano:
sei tu che hai creato (come esseri umani), ma uno di voi ha rifiutato (valori permanenti) e un altro credente (in essi, quindi questa è l’unica linea di demarcazione) (64: 2).

COMMENTI