Tribunale tedesco revoca l’interdizione all’uso del burkini

17/06/2019 di Redazione

Come riporta The Muslim Times, un tribunale tedesco ha revocato il divieto di utilizzo del burkini, un costume da bagno totalizzante usato dalle donne musulmane, nelle piscine municipali della Città occidentale di Coblenza, dove il consiglio municipale, con un’ordinanza ad inizio dell’anno,
ne aveva proibito l’utilizzo. Tale ordinanza restrittiva era stata supportata dal fatto che tali costumi rendono, di fatto, impossibile verificare se gli utenti riportano ferite aperte o malattie.

Tali assunti, però, sono stati contestati da una richiedente asilo siriana, a cui i medici avevano raccomandato una terapia in piscina, per alleviare il dolore causato da un problema alla schiena.

Il tribunale amministrativo superiore dello stato della Renania-Palatinato, officiato del caso, ha emesso un’ingiunzione che revoca, momentaneamente, il divieto all’uso del burkini, in attesa di un quadro più completo e definitivo sulla materia.

In concreto, il Tribunale ha riscontrato che le regole enunciate nell’ordinanza comunale violavano l’appello della Costituzione tedesca, affinché le persone venissero trattate allo stesso modo.

COMMENTI