Strage nelle moschee, la Confederazione Islamica Italiana: “Gli italiani solidali con i musulmani”

19/03/2019 di Redazione

Anche la Confederazione Islamica Italiana condanna gli attacchi terroristici in Nuova Zelanda. Riportiamo di seguito il testo integrale di un comunicato emesso in relazioni ai gravi fatti di venerdì scorso:

La Confederazione Islamica Italiana condanna gli attacchi terroristici nelle moschee di Christchurch e rivolge le proprie sentite condoglianze alle famiglie delle vittime, al governo e a tutti i cittadini della Nuova Zelanda. La Confederazione Islamica Italiana è particolarmente preoccupata per il fatto che l’aggressore terrorista abbia iniziato la sua follia omicida ascoltando canzoni che glorificano i criminali di guerra in Europa, ispirandosi alla stessa ideologia sottesa ai tristi episodi verificatisi nel nostro Paese. Confidiamo nelle nostre istituzioni democratiche, nella magistratura e nelle forze di sicurezza che non sottovalutino questa ideologia e provvedano con adeguati programmi di prevenzione e di tutela contro questo pericolosa minaccia per i cittadini in Italia.

Gli italiani non sono razzisti. Il nostro Paese ha una ampia maggioranza di cittadini meravigliosi e accoglienti, che non si riconoscono nell’ideologia dell’odio e che non hanno esitato a riconoscere la strage in Nuova Zelanda come opera di una disumana follia terroristica. Tanti sono i messaggi di vicinanza e di solidarietà che abbiamo ricevuto da parte degli esponenti delle altre confessioni religiose, dalle istituzioni e dai cittadini che, in modo spontaneo, si sono uniti a noi in preghiera per fare corpo contro il terrore, rinnovando l’impegno al dialogo interculturale e interreligioso. Chiediamo a Iddio di proteggere e preservare il nostro Paese e tutti i cittadini in Italia da questa malvagia ideologia di odio. Chiediamo a Iddio di aiutarci a continuare a piantare semi di pace in tutte le terre in cui abitiamo.

Mustapha Hajraoui, Presidente Confederazione Islamica Italiana“.

COMMENTI