Siria, uccisa e straziata l’attivista Khalaf

14/10/2019 di Redazione

Il cadavere straziato di Hevrin Khalaf, attivista per i diritti delle donne, segretaria generale del Partito Futuro siriano, impegnata per la convivenza pacifica tra curdi, siriani e turchi. Sarebbe stata assassinata dalle milizie mercenarie arabe pro turche. Sarebbe stata ammazzata sull’autostrada M4, tra Manbij e Qamishlo, dopo essere stata fatta scendere dalla sua auto. Immagini raccapriccianti pubblicate da LaPresse, per scuotere gli animi sull’offensiva turca in Siria. 
Intanto le prime truppe di Damasco sono giunte a Tal Tamr, a una ventina di chilometri dal confine turco, lo riferisce l’agenzia di stampa ufficiale siriana Sana. La cittadina si trova lungo la M4, strada di collegamento tra la Siria orientale e quella occidentale. I militari del governo di Assad raggiungeranno poi Kobane e Manbij.

COMMENTI