Roma, la risposta antirazzista dei genitori della scuola “Pisacane”

16/01/2019 di Redazione

A Roma, durante il periodo delle vacanze natalizie, alcuni ignoti avevano bruciato uno striscione in lingua araba dedicato ai dedicato alla Festa per i diritti dei migranti che era stato affisso all’ingresso dell’istituto multietnico primario “Carlo Pisacane a Tor Pignattara. Una provocazione che aveva creato indignazione tra i genitori e gli alunni di quella scuola e che ora ha avuto un’adeguata risposta.

Al posto dei panneggi incendiati è stato appeso un altro striscione che in romanesco recita: “Più semo mejo stamo” (Più siamo meglio stiamo). In pratica, la scuola ha reagito citando l’articolo 3 della Costituzione Italiana secondo cui: “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali“. Un principio fondamentale a cui i genitori dell’istituto primario “Pisacane“.

Sulla loro pagina facebook hanno inoltre scritto: “La scuola ci insegna che alla violenza non si risponde con la violenza, e quindi noi alle aggressioni di chi non ci conosce, ma ha paura di noi, di quello che questa scuola rappresenta con il suo esempio di convivenza e conoscenza pacifica e virtuosa, rispondiamo come sappiamo fare meglio: con un sorriso“.

COMMENTI