I problemi del Kuwait dietro l’arresto di una coppia di sposi

Spesso noi siamo attratti da paesi del Golfo per la loro sfavillante ricchezza e modernità, ma vivendo negli stessi non come turisti o anche provando a trascorrere una vacanza in questi luoghi fuori dagli itinerari prefissati, ci potremmo rendere conto della loro arretratezza e lontananza nel rispettare la libertà delle persone. E tutto questo non ha che fare con la religione, ma con la loro tradizione beduina.

L’esempio è dato dal Kuwait, che una settimana fa, il 21 gennaio, ha arrestato una coppia di sposi per il solo motivo della pubblicazione di un video dove il marito, sembra accarezzi e abbracci la moglie senza nessun secondo fine. Certo la donna mostra se stessa, ma quante donne sono fiere della propria bellezza e lo fanno per vanità?

Ma in alcuni paesi, questo non è consentito. Specialmente in una società dove ancora vige l’ordine delle carovane e della vita da pastore. Infatti, sotto l’azione dei media sauditi, le autorità kuwaitiane, hanno accusato la coppia di comportamento immorale per le leggi del Kuwait. Ricordiamoci che i sauditi, fanno parte della Commissione dei diritti umani delle Nazioni Unite!

La coppia è stata arrestata, ma la cosa più grave è che il marito è di origini Bidoon, una minoranza nel paese, al quale, il Kuwait, non riconosce loro la  cittadinanza, non ha nessun diritto di difesa, quindi non potrà usufruire di nulla per discolparsi. Rimarrà in prigione, senza poter uscire e avere un processo equo, per aver compiuto un azione che ogni persona compie ogni giorno. Se questi sono diritti e libertà, nei palazzi dell’UN bisognerebbe scegliere meglio le proprie iniziative.

Tutto questo comportamento poco rispettoso e molto barbaro, porta le persone ad avere un comportamento avverso a noi musulmani, indicando l’Islam una religione fuori dal mondo, e da ogni modernità. Cosa del tutto fuorviante; non bisogna confondere, come spesso accade, questi gesti, compiuti da barbari beduini dediti per millenni solo al pascolo dei cammelli, con la morale musulmana, dato che vi sono altri paesi, come quelli del Nord Africa o della zona Indocinese, dove abbracciare una moglie non è certo reato, e dove le minoranze non vengono private di tutti i diritti, anche se non riconosciute, e questi sono anche paesi musulmani.

Care Lettrici, cari Lettori,

Daily Muslim è la voce libera dei Musulmani in Italia e nel mondo.

Potete sostenerci con una piccola donazione cliccando qui.

Grazie!

COMMENTI