Prendiamoci per mano: assieme con l’arte e la musica!

20/05/2020 di Redazione

“Noi non ci siamo fermati, ripartiamo con i laboratori esperienziali di ANIP-IDO”: il lockdown di queste lunghe settimane non ha interrotto la voglia di stare assieme, di continuare ad apprendere anche se le scuole sono rimaste chiuse e famiglie, studenti e insegnanti sono stati separati, quasi staccati, dall’isolamento.
Il progetto di Educazione alla Cittadinanza Globale (ECG) che l’Associazione ANIP-IDO sta svolgendo in Puglia assieme ai partner di altre quattro regioni (Lombardia, Lazio e Toscana, Campania) ha risposto creando legami ancora più forti tra le scuole progetto e le comunità di studenti e docenti. Le attività previste non si sono interrotte ma modificate, si sono “tradotte” in attività online che mantengono il legame con il territorio e lo sostengono in una più ampia rete dialogica, quella telematica.

Lo staff educativo di ANIP ha continuato a lavorare in Salento e dall’estero, in stretto contatto con le altre associazioni e il capofila CBM e l’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo come testimonia la referente progetto Elena Nicolai: i due laboratori esperenziali “Che musica stare assieme” e “Io sono l’arte!” saranno presto disponibili sui canali online per i ragazzi delle scuole salentine e italiane.
Le educatrici hanno lavorato per proporre momenti educativi che, come specifica Giulia Nonne, responsabile Formazione, sono stati raccolti in video tutorial: “grazie al prezioso aiuto delle insegnanti, arriveranno nelle case delle famiglie e dei bambini e ragazzi”.
“La comunità sarà unita, anche se virtuale”, ci racconta poi l’educatrice Lisa Del Gottardo, “perché i video tutorial saranno condivisi non solo con le scuole salentine Polo I di Nardò, Polo II di Galatina, e Istituto Comprensivo di Cavallino, ma successivamente saranno visibili a tutti”.

Le esperte di ANIP, Fabiola Chiffi (musicoterapeuta) e Imma Vitello (artista bodypainter)  spiegano che “la musica diventa un mezzo di comunicazione e strumento per potenziare la relazione con se stessi e con gli altri in un ambiente virtuale condiviso” mentre l’arte “è creare e sognare e dar voce alle emozioni. Si può fare arte con qualsiasi cosa attorno, usando il tuo corpo per creare ed evocare tutto ciò che riesci ad immaginare”.
Al via dunque, molto presto, questa nuova avventura: prendiamoci per mano perché l’immaginazione e la creatività ci avvicinano di nuovo.

Care Lettrici, cari Lettori,

Daily Muslim è la voce libera dei Musulmani in Italia e nel mondo.

Potete sostenerci con una piccola donazione cliccando qui.

Grazie!

COMMENTI