Ordinanza contro i musulmani, commissariamento dell’UCOII

08/02/2019 di Redazione

Riportiamo integralmente il comunicato dell’UCOII:

“Si è concluso in questi giorni l’iter di comunicazioni che porta l’Associazione Centro Culturale Islamico di Casalpusterlengo sotto commissariamento dell’Unione delle Comunità Islamiche d’Italia.

La necessità di tale delega speciale è nata dall’ordinanza emessa il 14 gennaio dal Comune locale contro l’associazione e che intima il “ripristino dello stato dei luoghi da edificio di culto a servizi tecnologici”,  l’ordinanza prosegue con il “divieto di utilizzo dell’immobile come luogo di culto”. Infine ammonisce che in caso contrario verrà eseguita un’espropriazione dell’immobile, ora di proprietà dell’associazione.

Il ruolo dell’U.CO.I.I., nella veste del suo Segretario, Yassine Baradai, affiancato dall’ufficio legale dell’Organizzazione, sarà quello di mediare nella vicenda per poter trovare una soluzione con le istituzioni preposte alla ormai ricorrente problematica relativa alle destinazioni d’uso delle sedi associative.

L’intervento dell’Unione si è reso necessario poiché la stessa ha contribuito all’acquisto dell’immobile di via Crema mentre l’associazione casalina risulta essere membro dell’U.CO.I.I. da diversi anni.

L’Unione delle Comunità Islamiche d’Italia continua a monitorare il territorio nazionale per intervenire nella risoluzione delle problematiche locali delle diverse Comunità e delle istituzioni con le quali si interfacciano”.

COMMENTI