Nuova Zelanda: ufficiale di polizia musulmano ringrazia il Re Salman per aver realizzato il sogno

12/08/2019 di Redazione

Poco più di quattro mesi fa, il sovrintendente della polizia Naila Hassan teneva un discorso emozionante durante una veglia in Nuova Zelanda per le 51 persone uccise nell’attacco terroristico alla moschea di Christchurch.

Ora Hassan, il più alto ufficiale di polizia musulmano della Nuova Zelanda, è alla Mecca per prendere parte al pellegrinaggio Hajj , realizzando il suo sogno.

“Come musulmana, sogni solo di vedere la Kaaba ed andare alla Mecca e Madina”, ha dichiarato in un video, ringraziando il re saudita Salman per aver ospitato i pellegrini di Christchurch.

“Quando ho visto la Kaaba questa mattina, ero senza fiato, lo ero davvero”.

“Ma … per quanto sia un viaggio per me, sono qui per le vittime … Sono qui in particolare per le donne e le vedove che sono qui. Sono qui per supportarle. ”

Hassan ha descritto come lei e circa altri 200 pellegrini sono stati accolti con petali, canti e regali. “Non ho mai provato nulla di simile in vita mia”, ha detto.

“Ringrazio il re Salman per la sua generosità. È stato incredibilmente generoso con il popolo della Nuova Zelanda. ”

Il giorno dopo il massacro di Christchurch del 15 marzo, Hassan ha tenuto un discorso durante una veglia ad Auckland a sostegno della comunità musulmana e dei compagni neozelandesi.

Aprendosi con il saluto islamico, ha rassicurato la folla che la polizia stava fornendo supporto alla comunità musulmana e a tutti gli interessati.

Dal lato saudita, è intervenuto lo sceicco Abdullatif Al-Asheikh, Ministro degli Affari Islamici dell’Arabia Saudita, il quale ha dichiarato che ospitare i pellegrini di Christchurch faceva parte degli sforzi sauditi per “affrontare e sconfiggere il terrorismo” in tutte le sue forme

COMMENTI