Nigeria, il governo ha invitato a legiferare sui diritti dei consumatori halal

14/08/2019 di Redazione

L’Autorità di certificazione halal (HCA) ha sollecitato il governo federale a emulare i paesi sviluppati che forniscono ai loro cittadini musulmani prodotti che sono conformi alle regole religiose islamiche. L’ HCA ha osservato che l’halal non è solo uno stile di vita spirituale, ma piuttosto è diventato parte del pensiero economico globale.

Halal è arabo per merci consentite. Il cibo halal è ciò che aderisce alla legge islamica, come definita nel sacro Corano.

Intervenendo durante il seminario di sensibilizzazione halal, organizzato da Halal Compliance and Food Safety (HaCFoS) in collaborazione con Halal Certification Authority (HCA), Lukman Zakariyah professore associato della International Islamic University Malaysia e consulente esecutivo di Halal Compliance and Food Safety (HaCFoS), ha affermato che la certificazione halal è “una garanzia di sicurezza per i consumatori musulmani che possono scegliere alimenti che siano buoni per loro”.

“NAFDAC, SON, HCA dovrebbero riunirsi e assicurarsi che i produttori che violano lo standard halal non restino impuniti, perché hanno infranto le norme e i regolamenti del paese e hanno anche ingannato i musulmani; quindi devono affrontare le conseguenze della legge “.

Ha, quindi, esortato il governo a garantire il benessere dei cittadini perché i musulmani hanno requisiti aggiuntivi in ​​quanto la loro religione impone solo l’assunzione di cibi halal.

Di contro, il dott. Abdul Ganiy Adeloopo, revisore dell’autorità di certificazione halal e senior officer per il controllo di qualità dell’Università di Lagos, , ha dichiarato che HCA è il primo comitato di certificazione halal in Nigeria, nato dalla necessità di rafforzare l’industria emergente halal in Nigeria e in tutta l’Africa con le migliori pratiche. Ha affermato, inoltre, che l’autorità lavora anche per rafforzare le proprie operazioni uniche, oltre il limite di altri operatori del settore halal in tutto il mondo.

Secondo lui, l’obiettivo primario della società era quello di fornire un servizio halal completo a organizzazioni e aziende attraverso l’applicazione efficiente delle capacità e delle conoscenze professionali.

Le attività chiave dell’organizzazione comprendono consapevolezza halal, formazione professionale, standard e conformità, analisi e certificazione di prodotti / ingredienti, branding dei prodotti, packaging e marketing. Altri sono lo sviluppo commerciale, la catena di fornitura halal, gli investimenti e la partecipazione globale.

Adeloopo ha, infine, esortato i produttori ad adottare la valutazione della certificazione halal, perché trasmette il valore del prodotto ai consumatori ed aiuta ad aumentare anche le vendite dei prodotti medesimi.

COMMENTI