Usa, come lavora la senatrice musulmana sotto Trump?

17/01/2020 di Laura Imen Villa

Con il giuramento dell’8 gennaio è cominciata ufficialmente la sua avventura nel Sentato degli Stati Uniti d’America. Si chiama Ghazala Firdous Hashmi, di origini indiane, e il 5 novembre 2019 è diventata la prima senatrice di fede musulmana dello stato della Virginia, uno degli stati più conservatori degli Stati Uniti.

La Hashimi è emigrata da piccola dall’India, è un’educatrice accademica, promotrice del multiculturalismo e dell’inclusione sociale. Si è sentita in dovere di candidarsi dopo la vittoria alla presidenza del paese di Donald Trump. La senatrice ha dichiarato di voler concentrare il suo mandato principalmente su tre punti: cure sanitarie a prezzi accessibili, finanziamenti all’istruzione pubblica e cambiamenti climatici.

La senatrice appartiene al partito democratico, ed è riuscita a battere nella competizione elettorale il senatore repubblicano Glen Sturtevant. Subito dopo la sua elezione ha collezionato anche un incarico prestigiosissimo all’interno del suo partito: tesoriera del Caucus, la storica assemblea che decide, tra le altre, quali siano i candidati democratici per la presidenza. Da questa posizione ha sostenuto la candidatura alla presidenza della senatrice Elizabeth Warren, candidata che si annuncia di rottura rispetto alle precedenti proposte democratiche.

 

 

 

 

 

 

 

 

Care Lettrici, cari Lettori,

Daily Muslim è la voce libera dei Musulmani in Italia e nel mondo.

Potete sostenerci con una piccola donazione cliccando qui.

Grazie!

COMMENTI