«Negro di m…»: la Sovicese cerca il responsabile e annuncia un incontro chiarificatore

05/11/2019 di Redazione

Pronta la risposta della Unione polisportiva dilettantistica Sovicese all’episodio dell’offesa «Negro di merda» rivolta a un bambino di dieci anni, “pulcino” dell’Aurora Desio, durante una partita di calcio. Il club ieri ha diramato un comunicato stampa di condanna a «qualsiasi manifestazione di razzismo specialmente in uno sport che serve per creare  senso di appartenenza e di integrazione culturale». La precisazione: «Venuti purtroppo a conoscenza dei fatti solo tramite social network, senza aver prima ricevuto alcuna comunicazione da parte dell’Aurora Desio, abbiamo immediatamente avviato un’inchiesta interna per risalire all’eventuale responsabile». Se i fatti saranno accertati, assicura la Sovicese, scatterà la sanzione. Pare sia stata una mamma a rivolgere tale offesa. La Sovicese annuncia anche un’altra iniziativa: «Una delegazione dei genitori del 20o9 ci ha fatto richiesta esplicita di favorire, in accordo con i dirigenti dell’Aurora Desio, un incontro chiarificatore con i genitori del ragazzo coinvolto nell’episodio e garantire loro la vicinanza e la comprensione della Sovicese tutta».

COMMENTI