È nato ufficialmente il telefono “Amica An Nisà”: straniere aiutano straniere

09/12/2019 di Lela Esposito

Comincerà ufficialmente in questa settimana l’ascolto per straniere in difficoltà da parte di straniere residenti in Italia. Si chiama “Amica An Nisà“,  è un progetto pilota dell’Associazione Nazionale Italia Pakistan in collaborazione con l’Associazione Nazionale Musulmani Italiani, che si pone l’obbiettivo principale di gettare un ponte tra le donne straniere in difficoltà e le istituzioni. Il progetto avrà a disposizione due linee dedicate all’ascolto, in arabo, francese, hindi, inglese, italiano e urdu.

Le modalità di contatto sono varie: oltre le linee telefoniche, vi è possibilità di contatto tramite sia sito web che pagina facebook. Il progetto è patrocinato dal Daily Muslim. Questo progetto nasce dall’esigenza di avere una pronta risposta in lingua a tutte le donne che subiscono violenza di genere e per le problematiche di comprensione per le normali pratiche burocratiche/amministrative di tutti i giorni. Spesso, molte donne di origine straniera non comprendendo i loro diritti, sopratutto per la mancanza di cononsocenza della lingua italiana, vivono una situazione di estremo disagio, e per questo tramite “Amica An Nisà“, si tenterà di dare loro una prima assistenza.

La coordinatrice del progetto è Khadija Hajou, che  sottolinea: «Il progetto nasce per dare assistenza a donne di origine straniera sia per quelle che subiscono violenza domestica e non sanno a chi rivolgersi nella loro lingua, sia per quelle che hanno problemi di comprensione linguistica anche per le più semplici interazioni per documenti e servizi».

COMMENTI