Moschea di Trino: a gennaio uomini e donne pregheranno insieme

23/12/2018 di Redazione

La ormai famosa Moschea di Trino Vercellese nei mesi scorsi finì al centro di numerose polemiche a causa della divisione tra uomini e donne durante la preghiera. Dalla località piemontese ora si annuncia l’abbattimento sia fisico, che metaforico del muro che suddivideva i fedeli per sesso, non esisterà più dalla fine del prossimo mese di gennaio.

Uno dei promotori dell’iniziativa è Roberto Rosso che dichiarato: “In questo modo, sono tutti contenti. L’amministrazione dimostra che può esistere un islam liberale, in accordo con i principi della nostra Costituzione – racconta il vicesindaco – mentre la comunità musulmana ha una moschea regolarizzata e quindi accreditata come luogo di culto. I fedeli mi hanno ringraziato, annunciando una festa a gennaio. Dimostriamo così che l’islamismo è una religione che può lentamente arrivare a compromessi utili alla vita di tutti ed è compatibile con i criteri della società civile. Trino può diventare il primo esperimento nazionale sul tema“.

La moschea di Trino è la più grande del Piemonte Orientale e ha sede nei magazzini di un’ex azienda metalmeccanica ormai abbandonata, nella zona dei cementifici. A gestirla è l’associazione Al Ferdaouus, ma senza avere le necessarie autorizzazioni per un luogo di culto. La svolta nella vicenda è arrivata proprio grazie alla proposta lanciata nei mesi scorsi dallo stesso vicesindaco Rosso che ha chiesto di garantire la parità di genere nella struttura per ottenere in cambio l’agibilità dei locali.

COMMENTI