Migrazioni, “Voci di confine” al Lecce Film Fest

13/12/2018 di Redazione

“Invasione”, “minaccia”, “problema”. Perché non parlare del fatto che la migrazione può rappresentare una possibilità di crescita, sia per chi parte che per chi accoglie? “Voci di confine” è un progetto di AMREF Health Africa che nasce con questa prospettiva: rovesciare la narrazione sul tema delle migrazioni partendo dalle esperienze di frontiera nei territori che accolgono e nelle comunità di origine dei migranti. Con chi e per chi non si sente rappresentato dalla chiusura dei confini e degli stereotipi e vive l’accoglienza e l’integrazione come un fatto normale e quotidiano.

Se ne parla in “No toxic culture“, iniziativa del Lecce Film Fest che si terrà mercoledì 26 dicembre, alle ore 17:00, presso la Città del Gusto, in Piazzetta Panzera. Il Festival internazionale del Cinema Indipendente aderisce all’iniziativa e aprirà la sua 13^ edizione con un appuntamento che, attraverso il cinema, la documentazione fotografica e le testimonianze dirette, propone un racconto meno tossico e più corretto sull’immigrazione. Tanti gli ospiti e la partecipazione straordinaria dello scrittore, giornalista, poeta e traduttore Erri De Luca. L’ingresso è gratuito.

COMMENTI