Malesia, focus sulle industrie Halal e sulla finanza islamica nel commercio con i paesi arab

18/08/2019 di Redazione

La Malesia intende concentrarsi sulle imprese halal e sulla finanza islamica, al fine di rafforzare le relazioni commerciali con i paesi arabi, afferma il presidente della Camera di commercio arabo-malese (AMCC), Datuk Hafsah Hashim.

Attraverso l’AMCC, la Malesia prevede di cooperare con tutte e 16 le ambasciate dei paesi arabi per promuovere collaborazioni ed opportunità commerciali più forti tra le società malesi ed i medesimi paesi.

Il business halal e la finanza islamica dovrebbero, pertanto, offrire le migliori opportunità per coloro che intendono espandere le loro attività tramite gli accordi che le parti potrebbero sottoscrivere.

Di fatto, la Malesia ha già iniziato a sviluppare l’industria halal; ad esempio, Serunai Commerce Malaysia ha collaborato con 78 centri di certificazione halal in 45 paesi islamici, inclusi i 16 paesi arabi.

Grazie a questa collaborazione, la società è stata in grado di sviluppare un’applicazione chiamata “Verify halal “, per consentire ai consumatori di verificare lo stato halal di un prodotto anche quando gli stessi si trovano all’estero.

L’AMCC è un ente commerciale istituito nel 2009 dagli sforzi congiunti della Malesia e dei paesi membri della Lega araba.

L’organismo commerciale, che attualmente conta oltre 300 membri che comprendono società arabe che operano in Malesia e società malesi nei paesi arabi, mira a rafforzare le opportunità commerciali e di investimento tra la Malesia ed i paesi arabi.

Secondo un rapporto pubblicato dal Dipartimento di statistica della Malesia, i cinque paesi arabi che hanno registrato il più alto valore commerciale con la Malesia nel 2018 sono stati gli Emirati Arabi Uniti con 22,86 miliardi di RM (circa 5.5 miliardi di dollari), seguiti dall’Arabia Saudita a 21,67 miliardi di RM (circa 5.2 miliardi di dollari), Qatar 3,72 miliardi di RM (circa 821 milioni di dollari), Oman 3,3 miliardi di RM (circa 791 milioni di dollari) e Kuwait 2,81 miliardi di RM (circa 673 milioni di dollari).

COMMENTI