Macellazione halal, la verità oltre le bugie dei media (I parte)

La macellazione halal è conosciuta dagli italiani solo per l’ennesima battaglia fatta da chi usa la non conoscenza, per un tornaconto dei partiti, a discapito del sapere e a favore dell’ignoranza nostrana, utile per accaparrarsi un voto in più. Ricordino, gli italiani, quello che i loro nonni facevano, e che succede tuttora nelle campagne, e quello che la religione cristiana dice del procedimento per macellare un animale: vedi il sacrificio di Abramo o la notte prima dell’esodo dall’Egitto.

Gli italiani dovrebbero sapere che non sono solo i musulmani a macellare in questo modo, ma anche gli ebrei usano la macellazione halal, con la differenza che i rabbini chiamano questo sistema kosher, e lo fanno da più di cinquemila anni. Molti elementi in comune delle tre religioni monoteiste che molti dimenticano e altri vogliono far dimenticare, per cancellare tradizioni e religioni che ci tengono legati a popoli di diversa provenienza, per cancellare la conoscenza e il meltin’pot che caratterizza il genere umano.

Uguaglianze che sono cambiate negli ultimi decenni per occorrenza del capitalismo e consumismo sfrenato. Macellare un animale come si è fatto per millenni non era più redditizio, perché poco veloce, quindi si è optato per un metodo economico: lo sparo e la scossa. Convenienze fatte passare per salute e benessere dell’animale, scelte dall’uomo, che si è preso l’onere di decidere sulla morte altrui. Ma questo uomo che decide ha mai chiesto agli animali quale dei metodi è meno doloroso e decoroso per esso stesso?

(continua)

COMMENTI