L’educazione alla cittadinanza passa dalle masserie didattiche. Il progetto di Anip

05/11/2019 di Redazione

 

Si chiama “Prendiamoci per mano” il progetto affidato ad Anip (Associazione nazionale Italia Pakistan), coordinato da Cbm Italia e finanziato da Aics, per il quale saranno coinvolti tre istituiti comprensivi del Leccese: uno  di Cavallino, uno del Polo 1 di Nardò e e uno del Polo 2 di Galatina. Si tratta della settimana di formazione dell’Educazione alla cittadinanza attiva globale, a cura dell’associazione italo-pakistana, iniziativa che ha riscosso successo di partecipazione.

Interesse hanno suscitato i laboratori, che avranno luogo in primavera. Ideati da Elena Nicolai (in piedi nella foto) e affidati allo staff di Anip, gli “Ecopercorsi esperienziali in masseria didattica” mirano a creare una relazione empatica tra gli studenti e la natura.

Si lavorerà sulla musicalità che sarà prodotta costruiti con elementi, spiega Giulia Nonne (nel video), referente help desk di Anip per questo progetto, e si curerà alla sensorialità dei ragazzi in relazione agli animali.

COMMENTI