Le comunità arabe denunciano: «Razzismo religioso aumentato del 30 per cento»

30/12/2019 di Redazione

Aumentato del trenta per cento nell’anno in corso rispetto al precedente il numero delle vittime di attentati compiuti per motivi religiosi.Questo il bilancio di Comai (Comunità del mondo arabo in Italia) e dell’Associazione medici di origine straniera in Italia. Attentati contro  musulmani, ebrei , cristiani .

«Non possiamo nascondere che il dialogo interreligioso è a rischio per colpa di questa campagna sui social piena di odio, discriminazioni, razzismo e strumentalizzazioni politiche » denuncia in una nota stampa Foad Aodi (in foto), fondatore di Comai, il quale esprime solidarietà ai familiari delle vittime. E  ricorda « a quelli che si autodefiniscono rappresentanti religiosi in Europa e in Italia di fare qualche azione concreta a favore del dialogo interreligioso».

COMMENTI