L’ambiente olistico animerà il Forum torinese dell’economia islamica

21/10/2019 di Redazione

“Creare un ambiente olistico per l’economia islamica” è il titolo della quarta edizione del Turin islamic economic forum 2019, in programma dal 28 al 30 ottobre al Centro congressi Torino incontra e a Villa Gualino. In calendario otto sessioni con approfondimenti e dibattiti, tre interviste e quarantasei relatori tra amministratori pubblici, ricercatori e docenti universitari, imprenditori ed esperti di finanza. Il forum è organizzato dalla Città di Torino, insieme alla Camera di commercio, all’Università degli studi di del capoluogo piemontese e all’Assaif (Associazione per lo sviluppo di strumenti alternativi e di innovazione finanziaria), con il supporto organizzativo di Turismo Torino e Provincia. L’Università degli studi di Torino è tra i promotori del forum.

Il settore della finanza islamica è in forte crescita e si stima che il giro d’affari degli asset islamici abbia superato i 2.500 miliardi di dollari e che negli ultimi anni l’Europa, caratterizzata dalla crescita dei musulmani, stia assistendo ad un incremento dei valori della finanza e dell’economia islamiche. La richiesta di prodotti compatibile con la Shariah cresce ed è rivolta a sempre maggiori tipi di prodotti. Nel settore alimentare i consumatori musulmani spendono 1.300 miliardi di dollari; seguono i settori dell’abbigliamento: 270 miliardi di dollari , dei media e dell’intrattenimento (209 miliardi di dollari), dei viaggi: 177 miliardi di dollari, e dei prodotti farmaceutici e cosmetici rispettivamente 87 miliardi e 61 miliardi di dollari.

Il forum torinese ha favorito incontri e networking con imprese e istituzioni delle principali città del Medio Oriente. Ha quindi agevolato accordi industriali e di fornitura e l’interlocuzione delle istituzioni pubbliche e dei centri di ricerca italiani con i più importanti attori della finanza e dell’economia islamiche a livello mondiale.

Nei tre giorni dell’edizione 2019 si approfondiranno i temi del fintech, del blockchain e della intelligenza artificiale, si parlerà di nuove politiche urbane, di quelle ‘social impact’, di economia creativa islamica e di come generare occasioni di scambio e apprendere le best practices dal mondo. L’ultimo giorno sarà dedicato all’approfondimento scientifico delle nozioni finanziarie islamiche.

Khaled Safran Mohamad Kamal

COMMENTI