La Siria minaccia Israele: “Bombarderemo l’aeroporto di Tel Aviv”

23/01/2019 di Redazione

Sale ancora la tensione tra Siria ed Israele. La Siria ha annunciato attraverso l’ambasciatore all’Onu, Bashar Jafaari, il quale “eserciterà il suo legittimo diritto all’autodifesa e reagirà all’aggressione israeliana all’aeroporto internazionale di Damasco attaccando l’aeroporto Ben Gurion di Tel Aviv“.

Queste le parole del rappresentante di Damasco alle Nazioni Unite durante una riunione del Consiglio di sicurezza dell’Onu. Le tensioni tra Siria e Israele sono salite nelle ultime settimane con gli attacchi israeliani alle forze iraniane in Siria: diversi obiettivi sono stati bombardati nelle immediate vicinanze dell’aeroporto di Damasco contro presunti depositi di armi della Guardia della Rivoluzione iraniana presente in Siria a sostegno dell’esercito regolare.

Oggi intanto si riunisce il Gabinetto di sicurezza israeliano per fare il punto dopo l’attacco dell’altra notte, descritto dal premier Benjamin Netanyahu come un atto di “autodifesa” volto ad impedire il “consolidamento” della presenza iraniana in Siria. Sarà la prima riunione a cui parteciperà il nuovo Capo di Stato Maggiore, Aviv Kochavi.

In questo contesto di escalation della tensione si inserisce la prevista Conferenza di Varsavia sul Medio Oriente che, per metà febbraio, gli Stati Uniti hanno organizzato per creare un fronte comune arabo-occidentale contro l’Iran, considerato una seria minaccia per la stabilità di quell’area.

COMMENTI