La Pakistan Halal Authority (PHA) punta all’export

15/01/2020 di Lela Esposito

La Repubblica Islamica del Pakistan con oltre 220 milioni di abitanti è il sesto stato più popoloso al mondo, ma ha una quota di produzione intorno ai 3 milioni di dollari. Questa si divide tra i vari prodotti di carne e derivati del latte, un potenziale enorme e inespresso, poiché il Pakistan conta oltre 160 milioni di capi di bestiame. Con un’adeguata regolamentazione del settore Halal potrebbero portare  a un aumento nelle esportazioni di oltre 6 miliardi di dollari l’anno. Il problema della Repubblica islamica è proprio quello che, essendo un paese musulmano, non possiede una regolamentazione Halal statale. Il perché è presto detto: non se ne sentiva la necessità, ma adesso si fanno i conti con la forte richiesta proveniente dai paesi non musulmani.  Per questo motivo il Governo pakistano ha istituito di recente la Pakistan Halal Authority (PHA) a Islamabad, interna al Ministero della Scienza e della Tecnologia, in modo da fornire una regolamentazione interna al paese e gli standard halal che le aziende devono seguire per potersi avvalere del relativo logo, sia per il mercato interno che per le esportazioni.

 

COMMENTI