“Il vecchio Leone”, il coinvolgente romanzo di Elena Nicolai

08/11/2018 di Redazione

Leggendo il nuovo libro di Elena Nicolai intitolato “Il vecchio Leone (106 pagine, ) si entra in un mondo particolare, pieno di amore e tenerezza, ma con qualche punta di un dolore mai sopito, unito ad alcuni rimpianti. Edito da Project Leucotea, il romanzo è stato ideato durante gli anni di lavoro dell’autrice in Pakistan, dapprima in un piccolo paese sulle montagne dell’Himalaya e poi nella capitale, Islamabad.

C’è una storia da raccontare, la storia di un uomo, apparentemente ordinata, nel normale quotidiano familiare di marito e padre. Eccezionale è invece il suo slancio vitale: riesce a vivere con umorismo il dolore del suo matrimonio. Con lui ci sono Leone e Delfino: sono un peluche ed un ciondolo d’argento che custodiscono, con la loro presenza, il suo amore e lo proteggono dal tempo, dall’impalpabilità dei ricordi.

Elena ha già pubblicato la guida “Percorsi di letteratura ed arte nell’età umanistico-rinascimentale“, uno studio che ripercorre attraverso testimonianze letterarie in poesia e in prosa i legami che, nell’Umanesimo e nel Rinascimento, coinvolgono letteratura ed arti pittoriche e scultoree. Un viaggio sulle linee della critica artistica, sui topoi letterari classici, sulla la loro rielaborazione e sul dibattito tra le arti.

La Nicolai è una veneziana-salentina, alta dirigente dell’Associazione Nazionale Italia-Pakistan; ha collaborato con diverse Ong a progetti internazionali in Asia e Medio Oriente; oltre che traduttrice ed interprete. Sempre in giro per il mondo per studio e per missioni di cooperazione internazionale, spiccano le sue permanenze in Egitto, Pakistan Madagascar, Marocco, Messico, Siria, Togo, Tunisia e Yemen. È inoltre nota per aver curato il progetto di ricerca in ambito pedagogico grazie al quale ha portato alcuni ricercatori dell’Università del Salento ad Islamabad, nella Repubblica Islamica del Pakistan.

COMMENTI