Il killer del London Bridge fu arrestato per terrorismo

30/11/2019 di Redazione

«Le indagini sull’attacco vicino al London Bridge continuano a ritmo sostenuto» assicura l’assistente commissario Neil Basu, impegnato a far luce sull’aggressione compiuta ieri pomeriggio sul London Bridge. L’autore della violenza si chiamava Usman Khan, 28enne, già condannato per terrorismo. «Siamo ora in grado di confermare l’identità del sospetto come il 28enne Usman Khan» ha informato Basu. Il quale ha rivelato:«Questo individuo era noto alle autorità, essendo stato condannato nel 2012 per reati di terrorismo. È stato rilasciato dal carcere nel dicembre 2018 su licenza e chiaramente una linea chiave di indagine ora è stabilire come è arrivato a compiere questo attacco» . L’aggressore, ha riferito il poliziotto, risiedeva nell’area di Staffordshire.

Khan, subito ucciso dalla polizia, stava partecipando a un incontro alla Fishmongers’ Hall sui programmi di riabilitazione per i carcerati. Il resoconto di Basu:«Tragicamente, due persone – un uomo e una donna – sono state uccise durante l’attacco. Altre tre – un uomo e due donne – sono rimaste ferite e rimangono in ospedale. Le circostanze, come le comprendiamo attualmente, sono che l’aggressore ha partecipato a un evento venerdì pomeriggio nella Fishmonger’s Hall chiamato” Imparare insieme “».

 

 

 

COMMENTI