Filippine, è strage alla Messa della domenica

27/01/2019 di Redazione

Domenica di sangue nelle Filippine. Si aggrava il bilancio delle vittime dell’attentato alla cattedrale sull’isola di Jolo. Il numero dei morti è infatti salito a 27, mentre si contano almeno altri 77 feriti. Le vittime si registrano tra civili e militari.

Due ordigni sono esplosi nel corso della Messa domenicale attorno alle 12:00, ora locale. Il primo è esploso davanti il portale d’ingresso della cattedrale, seguita da un secondo scoppio avvenuto all’esterno dell’edificio di culto, quando erano già entrate in azione le forze di sicurezza per prestare i primi soccorsi. Al momento non si segnala nessuna rivendicazione dell’attacco, ma gli inquirenti propendono per la matrice terroristica vista la presenza in quei territori di estremisti legati al gruppo Abu Sayyaf.

Il grave attacco è stato portato a meno di una settimana dal referendum che ha sancito la creazione di una provincia autonoma a maggioranza musulmana nel Sud del Paese, indetto per porre fine ad un conflitto in atto da mezzo secolo.

COMMENTI