Europa, le Destre sociali e l’Islam

Gli stereotipi dei mass media affermano che la politica della Sinistra europea sia più disposta ad accettare ed a sostenere l’accoglienza dei musulmani in nome dei diritti del politically correct, mentre la politica della Destra europea rifiuterebbe a priori i musulmani e l’Islam, poiché cancellerebbero l’identità cristiana del Vecchio Continente.

Horst Seehofer

Le cose però a piccoli passi iniziano a cambiare; ne è prova il cambio di opinione del ministro dell’Interno tedesco, il bavarese Horst Seehofer, che dichiarava nel marzo 2018: “L’Islam non fa parte della Germania” ed invece lo scorso mercoledì 28 novembre, alla XII edizione della Conferenza Islamica Tedesca ha affermato: “I musulmani fanno parte integrante della Germania e hanno gli stessi diritti e doveri di tutti i cittadini di questo Paese“. Su questo Seehofer ha sostenuto che non ci deve essere alcun dubbio.

In Italia, il 30 novembre a Magenta, promosso dal gruppo Il Talebano, laboratorio culturale nato nel 2010 a Milano, si è iniziata a smontare l’idea dei musulmani intesi come un pericolo per la società italiana, rievocando quanto nel periodo del Ventennio Fascista, la colonizzazione ha fatto per le popolazioni musulmane. Lo stesso Mussolini si proclamò “Spada dell’Islam” e difensore dei musulmani dell’Impero.

Anche René Guénon ed Ezra Pound, lumi delle Destre sociali, hanno intravisto in alcuni concetti dell’Islam, come la contrarietà all’usura, ai valori base della famiglia e alla confusione dei generi, un ancora contro la deriva dell’Occidente. Valori, pensieri e comportamenti di cui l’Islam, nella sua storia, ha fornito ampie prove. Questi movimenti di Destra vedono nella quotidianità dei musulmani lo sforzo di applicare ciò che la fede insegna loro.

Un grande esempio arriva dall’Andalusia, quando il Medioevo europeo era in pieno oscurantismo, ma in Spagna e nella Sicilia musulmana si dava vita a novità scientifiche e dialoghi tra culture e religioni.

Oggi, questi movimenti, accorgendosi della “italianità” di molti musulmani, di cui fanno parte anche noti intellettuali della stessa Destra, hanno compreso che l’Islam e i musulmani, potrebbero costituire un importante forza nel panorama politico e culturale italiano.

Care Lettrici, cari Lettori,

Daily Muslim è la voce libera dei Musulmani in Italia e nel mondo.

Potete sostenerci con una piccola donazione cliccando qui.

Grazie!

COMMENTI