ECO, la valuta africana che sostituirà il franco africano

Negli ultimi tempi, quindici paesi dell’Africa occidentale stanno decidendo di introdurre una moneta comune entro il 2020, sostituendo il franco africano. Questa valuta si dovrebbe chiamare ECO, che in linea teorica sostituiranno otto valute di altrettanti paesi. Il nome della moneta è stato scelto tra altri due il KOLA e l’AFRI.

Uno dei massimi promotori della moneta unica africana fu, Muammar Gheddafi, leader della rivoluzione libica, che ha sostenuto questa idea per anni, mettendo a disposizione la copertura finanziaria con le ricchezze libiche. Il colonnello dichiarava spesso: “Una moneta unica per l’Africa, sarà, la fine del processo di  decolonizzazione del continente“.

La decisione è stata presa il 28 giugno ad Abidijan, dai capi di Stato e di governo della Comunità economica degli Stati dell’Africa occidentale (ECOWAS). Essa è in studio da circa trenta anni: adotterà un regime di cambio flessibile riguardo alle valute internazionali, ossia un comportamento simile a quello dell’euro e del dollaro.

Uno stimolo in più, è stato anche il cambio delle transazioni tra Russia e Medio Oriente e il lancio della Borsa di Shanghai, per le transazioni petrolifere, della moneta cinese il yuan al posto del dollaro.
La Nigeria, la prima tra questi stati, ha già chiesto un piano di allontanamento dal franco CFA.

COMMENTI