Davos, cambiamenti climatici: presto milioni di rifugiati

22/01/2020 di Redazione

terra-arida-uomo-capra-morta-siccità-cambiamenti-climatici

Il mondo deve prepararsi a un’ondata di milioni di rifugiati che scapperanno dalle loro case per l’impatto dei cambiamenti climatici, ha detto a Davos l’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati, Filippo Grandi, intervistato dalla Reuters.

Lunedì il Comitato per i diritti umani delle Nazioni Unite ha emesso la sentenza di riferimento in relazione a Ioane Teitiota, della nazione pacifica di Kiribati, che ha avviato un procedimento contro la Nuova Zelanda dopo che le autorità hanno negato la sua richiesta di asilo.

“La sentenza stabilisce che se hai una minaccia immediata alla tua vita a causa dei cambiamenti climatici, a causa dell’emergenza climatica, e se attraversi il confine e vai in un altro paese, non dovresti esservi rimpatriato perché si metterebbe a rischio la tua vita, proprio come in una guerra o in una situazione di persecuzione “, ha detto Grandi. “Dobbiamo essere preparati per una grande ondata di persone che si muovono contro la loro volontà”, ha detto. “Non mi azzarderei a parlare di numeri specifici, è troppo speculativo, ma certamente stiamo parlando di milioni di individui”.

Care Lettrici, cari Lettori,

Daily Muslim è la voce libera dei Musulmani in Italia e nel mondo.

Potete sostenerci con una piccola donazione cliccando qui.

Grazie!

COMMENTI