Coronavirus, appello Ucoii a sospendere preghiere

22/02/2020 di Andrea Aufieri

L’Ucoii, Unione delle comunità islamiche d’Italia, diffonde un importante comunicato stampa in cui si chiede alle comunità dei paesi in cui si sono verificati i focolai del nuovo coronavirus di prendere contatto cin le autorità locali e di sospendere le attività aggregative, dunque anche le preghiere collettive.

“Noi mussulmani siamo una parte integrante di questa amata Italia .
‏Preghiamo l’Iddio l’altissimo di proteggere questa nazione ,il suo popolo ed i suoi residenti dalla peste Corona .
‏Siamo tutti uniti per l’ntegrità “sanitaria in italia

*COMUNICATO STAMPA*

*Coronavirus, appello alle comunità islamiche italiane*

L’Unione delle Comunità Islamiche, vista l’evoluzione della situazione relativa all’aumentato rischio di diffusione del Coronavirus e l’invito alla massima precauzione da parte delle Pubbliche Autorità , raccomanda a tutte le comunità islamiche delle aree dichiarate a rischio di prendere contatto con le autorità locali e di sospendere tutte le attività aggregative pubbliche, le cinque preghiere quotidiane inclusa quella congregazionale del venerdì, fino a nuovo aggiornamento.

Invitiamo a seguire attentamente le indicazioni delle autorità locali e a diffondere ai propri fedeli, anche con ausilio di traduzione in varie lingue, le raccomandazioni da parte delle fonti accertate anche in merito a come trattare eventuali sintomi. Raccomandando la calma e di non alimentare il panico, invochiamo l’Iddio che preservi il nostro Paese e guarisca le persone colpite.

Roma, sabato 22 febbraio 2020

Unione delle Comunità Islamiche d’Italia – UCOII

COMMENTI