I defunti musulmani saranno ospitati dalla Città Metropolitana di Milano

27/03/2020 di Redazione

Anche i defunti musulmani della provincia di Milano, al pari degli altri stranieri e di credo religioso differente,  potranno essere seppelliti nei cimiteri della Città Metropolitana. L’ordinanza è disposta sia per i defunti che possano essere cremati, sia che necessitino di specifici riti funebri in base alla religione professata.

A seguito delle numerose segnalazioni per evidenziare il problema, Giuseppe Sala, sindaco di Milano, ha emanato dunque una diretta ordinanza del sindaco sulla questione, in deroga al regolamento del Comune.

Come avverte anche la Confederazione islamica italiana (CII), accogliendo con favore l’ordinanza, la sepoltura potrà avvenire se ci sussistono determinate condizioni:

  • che il Consolato dello stato di appartenenza del defunto emetta attestazione circa l’oggettiva impossibilità di procedere al rimpatrio della salma;
  •  che non vi siano posti disponibili per la conservazione del feretro presso il deposito del Cimitero Monumentale, ove ordinariamente avviene il deposito di feretri diretti all’estero, atteso che il feretro dovrà essere confezionato secondo le prescrizioni dell’art. 30 del DPR 10 settembre 1990, n. 285 recante “Approvazione del regolamento di polizia mortuaria”;
  •  che il/i parente/i più prossimo/i manifesti espressamente l’assunzione dell’obbligo di richiedere la riesumazione straordinaria del feretro, al fine di consentirne il trasporto all’estero, quando saranno cessate le relative condizioni ostative.

L’ordinanza è dunque stata assunta considerando la grave situazione nazionale e internazionale e ritenendo così, si legge sulla stessa, “di dover intervenire quindi nell’ambito della gestione dei Servizi Funebri e Cimiteriali al fine di:

  1. disporre criteri di accesso al servizio di cremazione erogato presso il Crematorio di Lambrate, in armonia con il vigente Regolamento dei Servizi Funebri e Cimiteriali approvato con deliberazione n.1 del Consiglio Comunale in data 19/1/2015, in coerenza con la capacità di soddisfacimento delle richieste da parte dell’impianto;
  2. disporre misure straordinarie e temporanee di destinazione dei feretri di cittadini stranieri per i quali sono richieste specifiche pratiche di sepoltura in osservanza alla religione professata, deceduti nella Città Metropolitana di Milano, a fronte della volontà dei congiunti di rimpatriare il feretro e dell’oggettiva impossibilità a procedere al trasporto all’estero; Comune di Milano – Prot. 26/03/2020.0136843.I. – Rep. OR1C0 0000016/2020 Si attesta che la presente copia informatica è conforme all’originale digitale conservato negli archivi del Comune di Milano;
  3. garantire la funzionalità dei Servizi Funebri e Cimiteriali in relazione all’aumento di domanda di servizi correlata con l’emergenza sanitaria in corso”.

 

Care Lettrici, cari Lettori,

Daily Muslim è la voce libera dei Musulmani in Italia e nel mondo.

Potete sostenerci con una piccola donazione cliccando qui.

Grazie!

COMMENTI