Canada, Québec al via “Bill 21”, divieto di indossare simboli religiosi all’interno della PA

21/06/2019 di Redazione

La provincia del Québec ha emanato una nuova legge, denominata “Bill 21“, con la quale viene imposto ai pubblici dipendenti di non indossare, ovvero esibire qualsiasi simbolo religioso durante l’espletamento delle proprie funzioni.

La legge contiene una clausola che richiede l’applicazione di “misure disciplinari” (al momento, non specificate) per tutti coloro che non rispettano siffatto divieto, inclusi insegnanti e conducenti di autobus.

Inevitabilmente, sono pervenute critiche da più parti, che non hanno risparmiato il primo ministro Justin Trudeau, che in precedenza aveva dichiarato che il governo del Québec non aveva alcuna intenzione di dire alla gente come vestirsi.

La comunità musulmana ha evidenziato che Bill 21 indirizza ingiustamente le donne musulmane, che dovrebbero, pertanto, rimuovere il loro hijab in molti posti di lavoro.

A esultare della presa di posizione del Québec è stato il sociologo Mathieu Bock-Côté, da sempre sostenitore della linea à la francese, che su Twitter ha parlato di «un momento storico per il nazionalismo quebechiano».
Un passo avanti, insomma, verso l’ipotesi di un nuovo referendum per l’indipendenza dal Governo centrale.

COMMENTI