Bambini siriani nati in Turchia dal 2011, raggiunto il nuovo tetto di 415.000 nascite

24/06/2019 di Redazione

Più di 400.000 bambini siriani sono nati in Turchia dall’inizio della guerra civile in Siria nel 2011, secondo le stime del Ministero dell’Interno turco.

“La popolazione siriana in Turchia è giovane, poiché (solo) circa 100.000 siriani tra i 3,6 milioni residenti in Turchia hanno più di 60 anni”, ha detto Abdullah Ayaz, a capo del dipartimento di gestione delle migrazioni del ministero.

“Dall’inizio della crisi, più di 415.000 bambini siriani sono nati in Turchia”, ha detto Ayaz ad una riunione dell’Assemblea parlamentare del Mediterraneo (PAM) nella capitale turca Ankara. La Turchia ospita più siriani di qualsiasi altro paese al mondo. Ayaz ha anche detto che i funzionari turchi lavorano assiduamente per assicurarsi che tutti i bambini siriani ricevano un’istruzione adeguata.

Ha, inoltre, aggiunto che la Turchia ha impedito a oltre 74.000 stranieri di entrare nel paese, tenuto conto che lo stesso costituisce il passaggio principale per gli immigranti irregolari, che cercano di attraversare l’Europa, soprattutto dal 2011, anno d’inizio della guerra civile siriana.

Da stime ministeriali, circa 265.000 immigranti irregolari si sono fermati in Turchia nel 2018. La Siria ha appena iniziato a emergere da un conflitto devastante in cui, stando alle cifre delle Nazioni Unite, centinaia di migliaia di civili sono stati uccisi o sfollati nel conflitto, principalmente da attacchi aerei di regime nelle aree di opposizione.

COMMENTI