Attaccata la sede di Amnesty International a Tel Aviv,

L’ufficio di rappresentanza di Amnesty International, insieme ad ASSAF (organizzazione per i diritti umani), sono stati presi di mira, tramite scritte sui muri contenenti minacce di morte e una scatola di animali morti , ritrovati sull’ingresso degli uffici, nella città di Tel Aviv.

“Questi atti deplorevoli e vandalici sono diretti contro le organizzazioni della società civile che si occupano di diritti umani. Le autorità israeliane devono condannarli pubblicamente e comunicare in modo esplicito che ulteriori azioni del genere non saranno tollerate“, ha dichiarato Philip Luther, direttore per la ricerca e la difesa di Amnesty International in Medio Oriente e Nord Africa.

Chiediamo alle autorità israeliane di prendere provvedimenti per garantire che i difensori dei diritti umani e le organizzazioni della società civile siano protetti e possano svolgere le loro attività senza ricevere minacce, intimidazioni e attacchi. Gli autori delle minacce di morte devono essere rapidamente individuati e portati di fronte alla giustizia“, ha concluso Luther.

 

COMMENTI