Asia Bibi, in Pakistan arrestati 300 attivisti del Tlp

24/11/2018 di Redazione

Figura anche il leader Khadim Hussain Rizvi tra i circa 300 dirigenti ed attivisti del partito islamico Tehreek Labbaik Pakistan (Tlp) arrestati in queste ore in Pakistan, dove non accennano a placarsi le polemiche per l’assoluzione di Asia Bibi, la donna cristiana incolpata di blasfemia, ma scagionata dalla sentenza dalla Corte Suprema il 31 ottobre scorso dall’accusa rivoltale dopo aver trascorso 8 anni in carcere. Ma gli estremisti islamici che la vorrebbero vedere impiccata hanno presentato un ricorso chiedendo alla stessa Corte Suprema di rivedere quel verdetto.

Finora il Governo della Repubblica Islamica del Pakistan non harilasciato commenti ufficiali sugli avvimenti di queste ultime ore.

Le forze di sicurezza pakistane hanno provveduto a mettere in manete diversi membri del Tlp che chiedono che alla donna sia impedito di lasciare il Paese. Fonti di Polizia hanno precisato che circa 35 persone sono state prelevate a Islamabad e una sessantina a Rawalpindi.

La polizia ha così fermato diversi sostenitori del partito scesi in strada durante la notte per protestare contro l’arresto di Rizvi. Intanto, a conferma di quanto sia alta la tensione, altre proteste sono già state annunciate per domani nella capitale federale Islamabad.

Care Lettrici, cari Lettori,

Daily Muslim è la voce libera dei Musulmani in Italia e nel mondo.

Potete sostenerci con una piccola donazione cliccando qui.

Grazie!

COMMENTI