Aodi: “Ok nomina a ministra di Mai Alkaila. Urgono aiuti sanitari e umanitari per i medici in Palestina”

30/05/2019 di Redazione

L’Associazione Medici di origine Straniera in Italia (Amsi), le Comunità del Mondo Arabo in Italia (Co-mai) e l’Unione Medica Euro Mediterranea (UMEM), soci fondatori del Movimento internazionale “Uniti per Unir,” si complimentano e congratulano con l’Ambasciatrice palestinese in Italia, la dr.ssa Mai Alkaila per la sua nomina prestigiosa nel nuovo Governo palestinese come Ministro della Salute vista la sua grande esperienza e competenza in campo da medico ginecologo.
“È una nomina che ci riempie di orgoglio vista l’amicizia e la collaborazione proficua e costante tra la neo-ministra e i nostri movimenti; ha partecipato a numerosi eventi in Sanità, dialogo interreligioso, gemellaggi, emergenza sanitaria e incontri congiunti per la cooperazione internazionale tra l’Italia e la Palestina – ha dichiarato Foad Aodi, fondatore dell’Amsi e delle Co-mai, che ha incontrato recentemente la Ministra Alkaila per mettere in agenda un programma ancora più intenso a favore della collaborazione in sanità e  cooperazione internazionale tra l’Italia e la Palestina (interventi chirurgici per bambini e donne, super specializzazioni per i medici in particolare area emergenza, cardiochirurgia, ginecologia, pediatria e ortopedia, e strumenti chirurghi per le sale operatorie e protesi per gli amputati.
Aodi è stato inoltre invitato dalla stessa ministra in visita in Palestina per concretizzare questi punti importanti e in particolare per la popolazione palestinese, le strutture sanitarie e i medici palestinesi che lavorano tutti i giorni per poter garantire i servizi a tutti, compresi bambini, donne e anziani lì dove già grazie a numerosi progetti italiani si stanno erogando servizi socio-sanitari.

COMMENTI