Anip e UniPegaso per l’inclusività nell’alta formazione

10/01/2020 di Redazione

Una grande novità per gli iscritti all’Associazione nazionale Italia-Pakistan (Anip) grazie all’accordo stabilito con la nota università telematica Pegaso. Da quest’anno infatti, tutti i possessori della tessera Anip, del costo base di 10 Euro, potranno usufruire di uno sconto di oltre il 33 per cento sulla frequenza dei corsi regolari del curriculum proposto dall’università, ma anche sui diplomi, sui master e i corsi di alta formazione. Lo sconto si applicherà anche ai famigliari e ai congiunti dei tesserati.
Iscriversi per partecipare alle attività dell’associazione e usufruire di sconti e servizi è molto semplice: basta seguire le istruzioni fornite sull’apposita pagina dell’Anip o contattare la segreteria dell’associazione al numero 0832 309574 per qualsiasi informazione o supporto.

elena-nicolai
Elena Nicolai

Elena Nicolai, scrittrice , saggista, ricercatrice e Program manager per la Ricerca e la Cooperazione allo sviluppo dell’Anip, racconta le possibilità e le finalità della collaborazione: «L’Anip sostiene attivamente gli impegni assunti dall’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, con i suoi Obiettivi per lo Sviluppo sostenibile – Sdg, l’acronimo inglese di “Sustainable development goals”, ndr –; in particolare l’Obiettivo 4, che si prefigge di “fornire un’educazione di qualità, equa e inclusiva, e opportunità di apprendimento per tutti”. Intendiamo dare il nostro contributo permettendo una forte scontistica sulla formazione di base come per l’alta formazione, ma anche nell’orientamento e nella preparazione per i bandi di concorso e per il mondo del lavoro in generale».
«La doppia azione che ci proponiamo di realizzare con questa convenzione è quella di unire le competenze scientifiche e teoriche dei diplomati e dei laureati con l’esperienza che associazioni come l’Anip possono fornire in termini di formazione e know how sul campo come testimoniano i numerosi progetti internazionali e l’impegno nel campo dell’Educazione alla Cittadinanza Globale (Ecg) con la presenza nelle scuole, come testimonia anche il fortunato e fruttuoso progetto “Prendiamoci per mano”, avviato con successo in tre istituti comprensivi della città di Lecce, in Puglia».
L’Anip è nata con il proposito di rappresentare e orientare gli immigrati pakistani in Italia come interlocutore privilegiato presso le istituzioni di entrambi i Paesi. L’associazione è da anni attiva nel campo della cooperazione e dell’educazione internazionale.

 

Cover foto, da sinistra a destra: Karim Benvenuto, Luigia Melillo, direttrice del Centro euromediterraneo per il lifelong learning, Vasco Fronzoni, docente di Pegaso.

COMMENTI