Ambasciata Russa in Italia: “Per la Nato siamo sempre la minaccia dell’Est”

05/04/2019 di Redazione

Secondo la NATO, la Russia avrebbe incrementato il proprio potenziale militare per attuare operazioni belliche su larga scala. Queste le conclusioni presentate nella relazione del NATO Defense College. In proposito, riportiamo integralmente il comunicato diramato dell’Ambasciata della Federazione Russa in Italia:

Il 4 aprile ricorre il 70° anniversario dell’accordo NATO. In questa occasione a Washington il 3-4 aprile si è svolta la riunione del Consiglio della NATO a livello dei ministri degli Esteri. Come ci dimostrano l’agenda e le decisioni del Consiglio della NATO, l’alleanza nordatlantica non vuole rinunciare all’intensificazione della contrapposizione politico-militare con Russia. Lo scopo principale della NATO non cambia dal 1949: unire gli alleati sotto la bandiera della deterrenza della ‘minaccia dall’Est’. Benché la NATO formalmente dichiari di esser disponibile al dialogo con la Russia, non si vedono dei passi concreti. La Russia rimane aperta alla cooperazione mirata alla de-escalation delle tensioni, al restauro della fiducia e diminuzione dei rischi di incidenti pericolosi. 70 anni è l’età in cui la saggezza deve prevalere su ambizioni e fobie. È ora di smettere di puntare sulla ‘minaccia dall’Est’. Il mondo ha bisogno di de-escalation delle tensioni nell’interesse della pace e prosperità dei popoli dei nostri Paesi“.

COMMENTI