Home Attualità Mercato mondiale del turismo in Medio Oriente, previsto un aumento tra il 6% e l’8% entro il 2030
Mercato mondiale del turismo in Medio Oriente, previsto un aumento tra il 6% e l’8% entro il 2030
0

Mercato mondiale del turismo in Medio Oriente, previsto un aumento tra il 6% e l’8% entro il 2030

0

L’Organizzazione mondiale del turismo (UNWTO) prevede che gli arrivi di turisti internazionali raggiungeranno 1,8 miliardi di persone all’anno entro il 2030. A quel punto, secondo un’indagine del dipartimento di intelligence del mercato della Camera di commercio Arabo-Brasiliana, la quota di mercato del Medio Oriente dovrebbe passare dal 6% all’8%, quindi a circa 150 milioni di visitatori all’anno. Vale la pena ricordare che gli arrivi di turisti internazionali ammontavano a 1,4 miliardi in tutto il mondo nel 2018, due anni prima rispetto alle aspettative dell’ Organizzazione.
Il mondo arabo presenta alcune delle attrazioni più belle e differenti al mondo, dai momenti antichi come le piramidi di Giza in Egitto e la città di Petra, in Giordania, ai monumenti architettonici del XXI secolo, tra cui il Burj Khalifa, l’edificio più alto al mondo, a Dubai. Anche in tempi di crisi, le destinazioni come l’Egitto, la Giordania, il Libano, la Tunisia e il Marocco si scelgono rapidamente, grazie al loro fascino senza tempo e all’ospitalità della loro gente.

A Dubai, ad esempio, Emirates Airline prevede di superare il limite di 70 milioni di passeggeri entro il 2020, quando l’emirato ospiterà la mostra mondiale Expo 2020, un evento che dovrebbe attirare 25 milioni di visitatori nella città. Le previsioni per il prossimo anno sono che l’aeroporto internazionale di Dubai e il nuovo aeroporto internazionale Al Maktoum riceveranno 126 milioni di passeggeri. Quest’ultimo, quando sarà completamente finito, per la fine del decennio, sarà in grado di ricevere fino a 220 milioni di passeggeri all’anno.

Proprio come il cibo e altri beni di consumo, il turismo può anche essere halal, cioè fatto secondo le tradizioni islamiche. Ai musulmani piace recarsi in luoghi che rispettano le loro convinzioni e soddisfano i loro bisogni, come l’offerta di cibi halal in ristoranti e alberghi, alloggi che includono sale di preghiera e resort con strutture riservate alle famiglie nelle piscine e nelle spiagge.

Il turismo balneare è un settore particolarmente forte. Nel 2017, in Turchia, ad esempio, le località halal hanno fruttato 184 milioni di dollari. La Turchia non è un paese arabo, ma la maggior parte della sua popolazione è musulmana. Di conseguenza, un numero crescente di paesi ed operatori sta fornendo questa domanda di mercato, dal Nord Africa all’Estremo Oriente.

Il turismo è così importante nel mondo arabo che paesi come l’Arabia Saudita e l’Oman stanno ponendo l’attività come uno dei principali motori della crescita economica nei loro piani di sviluppo nazionale.

Inoltre, secondo il Dipartimento dell’Intelligence del Mercato della Camera Arabo-Brasiliana, l’Arabia Saudita intende diventare più di una destinazione per pellegrini, persuadendo i musulmani che visitano il paese per Hajj e Umrah a prolungare la loro permanenza e visitare altri luoghi religiosi, storici e culturali. I sauditi pianificano di investire 64 miliardi di dollari in intrattenimenti nel prossimo decennio e intendono espandere significativamente l’infrastruttura per il pellegrinaggio, mirando a migliorare l’esperienza dei pellegrini. Un esempio è la costruzione della linea ad alta velocità che collega Mecca a Medina

Infine, è da notare che le spese per viaggi musulmani sono state stimate in 177 miliardi di dollari nel 2017 e si prevede che raggiungeranno i 274 miliardi di dollari nel 2023, secondo quanto indicato nel rapporto “State of the Global Islamic Economy”.

Lascia un commento

ULTIMI ARTICOLI



Moda Islamica Italiana, a settembre la prima “Boutique” Halal di alto livello creata da un’italiana musulmana

Non sarà un semplice negozio di abbigliamento islamico, ma una vera e propria Boutique Halal di altissimo livello, che non ha pari in Italia, infatti gli standard qualitativi, non verranno applicati solo ai servizi e prodotti offerti, ma anche all’arredamento interno. I locali saranno arredati in stile Shabby Chic, offrendo al visitatore un’esperienza sensoriale, tramite […]

USA, Fundraising dei musulmani americani per i migranti detenuti

Un’iniziativa senza scopo di lucro da parte di americani-musulmani ha raccolto oltre 125.000 dollari per salvare i migranti detenuti nei centri di detenzione per immigrazione. La campagna “Muslims for Migrants”, lanciata il 7 agosto da CelebrateMercy, ha già superato l’obiettivo originale di raccogliere 10.000 dollari. L’iniziativa è stato sostenuta da due importanti imam americani, Omar […]

Zain Group è il sistema EyePay in Iraq per UNCHR

Zain Group, il principale servizio di telecomunicazioni mobili in otto paesi nel Medio Oriente e in Africa, annuncia il rivoluzionario sistema “Zain Cash”, un sistema “EyePay”, di pagamento elettronico basato sul riconoscimento del’iride. Questo servizio è stato sviluppato insieme alla IrisGard, una società di commercio elettronico con sede nel Regno Unito, fornitrice leader di tecnologia […]

Otto ragazze emiratine, tentano la scalata del Kilimangiaro

Otto giovani ragazze emiratine, tutte di età inferiore ai 18 anni, stanno compiendo in Africa, un grande evento sportivo, che servirà a sensibilizzare e incoraggiare le ragazze del proprio paese, a seguire e attuare i propri sogni: “la scalata del monte più alto del continente, il Kilimangiaro”. Le ragazze avranno 8 giorni di tempo per […]

Egitto, Gran Museo Egizio simbolo di collaborazione con il Giappone

Il Gran Museo Egizio (GEM), che aprirà nel 2022, è già un faro per la futura prosperità egizia. Costruito per mostrare la civiltà e il patrimonio egiziano, il museo ospiterà migliaia di monumenti e manufatti tra cui le mummie, oltre a ospitare un centro di restauro molto importante che contribuirà a preservare il patrimonio faraonico […]

L’Imam del Centro Islamico di Milano e Lombardia, rimprovera Salvini per l’uso dei simboli religiosi

A darne notizia è l’Adnkronos, dove afferma, che l’Imam del Centro Islamico di Milano e Lombardia Ali Abu Shwaima, abbia rimproverato tramite l’agenzia di stampa, il Ministro degli Interni Matteo Salvini, per i frequenti richiami ai simboli religiosi:”deve rappresentare tutto il popolo italiano e non solo una parte“, “Salvini non può presentarsi come fedele in Senato” e “deve […]

​Firenze, al via i corsi di lingua italiana per stranieri

​Sono aperte le pre-iscrizioni ai nuovi corsi di lingua italiana per adulti che si terranno da ottobre 2019 alla Biblioteca Pietro Thouar e alla BiblioteCaNova Isolotto. I corsi sono gratuiti.

Francia, tre giorni di dialogo tra cristiani e musulmani

E’ strutturato su 3 giorni, e finir domenica 25, l’evento di dialogo tra cristiani e musulmani per i ragazzi dai 18 ai 35 anni, incentrato sul Documento sulla fratellanza umana per la pace mondiale e la convivenza comune, firmato da Papa Francesco e dal Gran Imam Ahmad Al-Tayyib di Al-Azhar ad Abu Dhabi. Il Documento sarà presentato […]